Dakar

Dit onderwerp bevat 64 reacties, heeft 7 stemmen, en is het laatst gewijzigd door  Anto 2 maanden geleden.

  • Auteur
    Berichten
  • #12926

    zio franco
    Bijdrager

    Scatta Domenica prossima la Dakar Latino Americana che si svolgerà solo in Perù per i problemi che hanno fatto rinunciare Chile e Bolivia

    Sul sito ufficiale dirette e info

    https://www.dakar.com/en

  • #12927

    Mastic
    Sleutelbeheerder

    Grande Franco, che ci tieni sul pezzo. Grazie!

  • #12941

    zio franco
    Bijdrager

    Non è più quella di una volta,quante volte l’abbiamo detto,sentito e scritto
    Ed è vero,rimane poco di quello spirito avventuroso che aveva inventato Thierry Sabine

    Rimane la concentrazione di popoli e mezzi,61 saranno le nazioni presenti,rimane un territorio povero che mette a disposizione tutto il necessario perchè si possa svolgere nel migliore dei modi. Rimane il deserto e le sue grande incognite.Rimangono i privati,spina dorsale di quello che rimane dello spirito da riserva indiana
    Rimangono i panorami,rimangono i popoli semplici che accolgono tutti con gioia

    Rimangono anche i ricordi perchè no

    40 anni fa

    Rimane Fabrizio

    Rimane la tecnologia

  • #12965

    Guru
    Bijdrager

    Scusate, ma la Africa Eco Race (credo sia attualmente in testa Botturi) che cos’è?

  • #12966

    albertopape
    Bijdrager

    Scusate, ma la Africa Eco Race (credo sia attualmente in testa Botturi) che cos’è?

    È la vecchia parigi/Dakar sugli stessi tracciati originali senza Algeria, esclusa x sicurezza…a cui partecipano ex dakariani e piloti meno famosi non supportati da sponsor ufficiali delle case madri…
    Prima di partire in Tunisia sono stato alla prepartenza organizzata alla fiera di Verona da MBE che è uno degli sponsor.
    Picco in un’intervista diceva che questa è ancora sullo spirito della vecchia Dakar dove non esistono o quasi trasferimenti, sei sempre in prova speciale dormi dove arrivi e non è esasperata come quella in sud america… in questa possono avere una chance anche i privati sia per costi sia in classifica.

  • #12969

    Guru
    Bijdrager

    Grazie reduce 😉 … ottima spiegazione

  • #13018

    zio franco
    Bijdrager

    Dal live timing inizia male l’avventura della nostra “punta” Cerutti su Husqvarna,al primo controllo orario della prima tappa paga più di un’ora,forse un guasto o peggio

    Viceversa Botturi nella Eco Race sulle strade (costiere) della Mauritania vince la 5a tappa prima del riposo di metà percorso e si conferma 1° in classifica con 7′ su Ullevalseter

    Già 3 vittorie di tappa per il gigante bresciano su yamaha 450,Picco 26°
    Ah,nella Eco si corre anche con le maxi bicilindriche di una volta,che danno benefici solo nelle tappe veloci ma penalizzano per il peso

  • #13021

    ICE2000
    Bijdrager

    già finito il benavides su honda, il crono di riferimento è il suo. secondo il fratello su ktm. per il momento;vediamo che combinano gli altri.

  • #13024

    zio franco
    Bijdrager

    Sembra che ci sia stato solo un problema per il trasponder per Cerutti a 12′ da Barreda che come la Honda insegue il successo da troppo tempo in mano Ktm

    Trattandosi di PS corta molti si sono risparmiati,non certo Laia Sanz che ha il polso pesantissimo
    Toby Price risente dell’infortunio recente proprio al polso ma prende solo 3′

    Questi tre,Jacopo,Laia e Toby li seguirò in particolare
    Oggi tappa con PS lunga 442 km,si fa sul serio

    JOAN BARREDA BORT
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 00H 57′ 36”

    PABLO QUINTANILLA
    ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 00H 59′ 10” + 00H 01′ 34”

    RICKY BRABEC
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 00′ 28” + 00H 02′ 52”

    ADRIEN VAN BEVEREN
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 01H 00′ 31” + 00H 02′ 55”

    SAM SUNDERLAND
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 00′ 32” + 00H 02′ 56”

    TOBY PRICE
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 00′ 44” + 00H 03′ 08”

    MATTHIAS WALKNER
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 00′ 48” + 00H 03′ 12”

    KEVIN BENAVIDES
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 01′ 36” + 00H 04′ 00”

    JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 02′ 58” + 00H 05′ 22”

    XAVIER DE SOULTRAIT
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 01H 03′ 30” + 00H 05′ 54”

    PAULO GONCALVES
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 04′ 17” + 00H 06′ 41”

    MICHAEL METGE
    SHERCO TVS RALLY FACTORY 01H 04′ 25” + 00H 06′ 49”

    ANDREW SHORT
    ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 01H 04′ 29” + 00H 06′ 53”

    ORIOL MENA
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 01H 04′ 43” + 00H 07′ 07”

    LUCIANO BENAVIDES
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 04′ 57” + 00H 07′ 21”

    STEFAN SVITKO
    SLOVNAFT TEAM 01H 05′ 00” + 00H 07′ 24”

    DANIEL NOSIGLIA JAGER
    MEC HRC 01H 05′ 18” + 00H 07′ 42”

    FRANCO CAIMI
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 01H 05′ 21” + 00H 07′ 45”

    WALTER NOSIGLIA JAGER
    MEC HRC 01H 05′ 25” + 00H 07′ 49”

    SANTOSH CHUNCHUNGUPPE SHIVASHANKAR
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 01H 06′ 49” + 00H 09′ 13”

    JUAN PEDRERO GARCIA
    MOTO RACING GROUP (MRG) 01H 07′ 05” + 00H 09′ 29”

    MARC SOLA TERRADELLAS
    FN SPEED TEAM 01H 07′ 24” + 00H 09′ 48”

    JOAQUIM RODRIGUES
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 01H 07′ 50” + 00H 10′ 14”

    ADRIEN METGE
    SHERCO TVS RALLY FACTORY 01H 07′ 52” + 00H 10′ 16”

    LORENZO SANTOLINO
    SHERCO TVS RALLY FACTORY 01H 08′ 29” + 00H 10′ 53”

    ADAM TOMICZEK
    ORLEN TEAM 01H 08′ 37” + 00H 11′ 01”

    MACIEJ GIEMZA
    ORLEN TEAM 01H 08′ 46” + 00H 11′ 10”

    ARMAND MONLEON
    KLICEN KTM R2R DAKAR RALLY TEAM 01H 08′ 52” + 00H 11′ 16”

    RODNEY FAGGOTTER
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 01H 09′ 03” + 00H 11′ 27”

    JAN BRABEC
    BIG SHOCK RACING 01H 09′ 07” + 00H 11′ 31”

    LAIA SANZ
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 10′ 14” + 00H 12′ 38”

    JACOPO CERUTTI
    SOLARYS RACING 01H 10′ 28” + 00H 12′ 52”

  • #13025

    zio franco
    Bijdrager

    Assistenza

    Jacopo Cerutti

    Toby l’Australiano

    Laia Sanz

  • #13026

    zio franco
    Bijdrager

    La cosa più importante sulla sabbia ? un piano di appoggio per le emergenze !

    Javier Fernandez Diego cerca di risolvere i problemi al suo Quad

  • #13027

    zio franco
    Bijdrager

    E non possono mancare i filmati ufficiali sui paesaggi attraversati in questa terra pazzesca dove la storia si vive tra il deserto ed il mare senza soluzione di continuità

    Senza farsi mancare gli appassionati locali e l’orgoglio Peruviano !

  • #13029

    Mastic
    Sleutelbeheerder

    Se ci volevi far uscire gli occhi di fuori, ci sei riuscito benissimo! 🙂

  • #13030

    ICE2000
    Bijdrager

    nel video del bivacco ….. come si vede chi è ufficiale e chi no. chi ha il gazebo parasole e chi si sistema la moto mangiando la polvere e sotto il sole

  • #13042

    zio franco
    Bijdrager

    Arrivati adesso i primi del tappone odierno
    Vince Walkner (ktm) di poco su Brabec (Honda) Barreda Bort (Honda) e Price (KTM)
    Adesso al penultimo controllo Laia 26a, Gerini 28° e Cerutti 30° sono a meno di mezz’ora dai primi

    1. @MatthiasWalkner
    2. @rickyB357 +0’22”
    3. @joanbangbang88 +1’41”

    Brabec

  • #13043

    zio franco
    Bijdrager

    Tappa all’apparenza facile per la navigazione e difficile per i tratti a tutto gas,320 km in 3h 20′ si capisce dalla media. Distacchi irrisori

    Prima gli imperdibili filmati ufficiali,brevi e significativi

    Sport

    E panorami

    Poi le classifiche che per noi contano il giusto
    Evidenziati i concorrenti che seguo

    JOAN BARREDA BORT
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 04H 23′ 14”

    MATTHIAS WALKNER
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 04H 24′ 45” + 00H 01′ 31”

    RICKY BRABEC
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 04H 24′ 47” + 00H 01′ 33”

    PABLO QUINTANILLA
    ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 04H 26′ 31” + 00H 03′ 17”

    TOBY PRICE
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 04H 27′ 47” + 00H 04′ 33”

    SAM SUNDERLAND
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 04H 30′ 32” + 00H 07′ 18”

    ADRIEN VAN BEVEREN
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 04H 33′ 33” + 00H 10′ 19”

    KEVIN BENAVIDES
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 04H 35′ 32” + 00H 12′ 18”

    JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 04H 40′ 38” + 00H 17′ 24”

    ANDREW SHORT
    ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 04H 40′ 51” + 00H 17′ 37”

    PAULO GONCALVES
    MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 04H 42′ 26” + 00H 19′ 12”

    XAVIER DE SOULTRAIT
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 04H 43′ 38” + 00H 20′ 24”

    STEFAN SVITKO
    SLOVNAFT TEAM 04H 47′ 57” + 00H 24′ 43”

    ORIOL MENA
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 04H 51′ 34” + 00H 28′ 20”

    LORENZO SANTOLINO
    SHERCO TVS RALLY FACTORY 04H 52′ 03” + 00H 28′ 49” 00H 05′ 00”

    FRANCO CAIMI
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 04H 53′ 01” + 00H 29′ 47”

    ADRIEN METGE
    SHERCO TVS RALLY FACTORY 04H 53′ 25” + 00H 30′ 11”

    WALTER NOSIGLIA JAGER
    MEC HRC 04H 53′ 27” + 00H 30′ 13” 00H 02′ 30”

    LUCIANO BENAVIDES
    RED BULL KTM FACTORY TEAM 04H 53′ 44” + 00H 30′ 30”

    JUAN PEDRERO GARCIA
    MOTO RACING GROUP (MRG) 04H 54′ 52” + 00H 31′ 38”

    DANIEL NOSIGLIA JAGER
    MEC HRC 04H 54′ 52” + 00H 31′ 38”

    JAN BRABEC
    BIG SHOCK RACING 05H 04′ 11” + 00H 40′ 57”

    ARMAND MONLEON
    KLICEN KTM R2R DAKAR RALLY TEAM 05H 04′ 21” + 00H 41′ 07”

    MARC SOLA TERRADELLAS
    FN SPEED TEAM 05H 05′ 06” + 00H 41′ 52”

    MACIEJ GIEMZA
    ORLEN TEAM 05H 05′ 20” + 00H 42′ 06”

    LAIA SANZ
    KTM FACTORY RACING TEAM 05H 05′ 57” + 00H 42′ 43”

    ADAM TOMICZEK
    ORLEN TEAM 05H 06′ 07” + 00H 42′ 53”

    RODNEY FAGGOTTER
    YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 05H 06′ 13” + 00H 42′ 59”

    DIEGO MARTIN DUPLESSIS
    MEC HRC 05H 07′ 05” + 00H 43′ 51”

    ROSS BRANCH
    BAS DAKAR TEAM 05H 08′ 57” + 00H 45′ 43”

    MARIO PATRAO
    KTM FACTORY RACING TEAM 05H 09′ 09” + 00H 45′ 55”

    JOAQUIM RODRIGUES
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 05H 10′ 54” + 00H 47′ 40”

    SANTOSH CHUNCHUNGUPPE SHIVASHANKAR
    HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 05H 13′ 09” + 00H 49′ 55”

    JACOPO CERUTTI
    SOLARYS RACING 05H 13′ 25” + 00H 50′ 11”

    MAURIZIO GERINI
    SOLARYS RACING 05H 15′ 35” + 00H 52′ 21”

    Jacopo ha rotto il tubo della benzina perdendo qualche minuto (!),pensiamo che noi in qualche minuto non infiliamo nemmeno i guanti…
    Di Cerutti non trovo foto della tappa,Price e Laia invece protagonisti dal polso pesante

    Oggi San Juan de Marcona > Arequipa,trasferimento > 467 km + Special > 331 km

  • #13047

    Anto
    Moderator

    Bel reportage e belle foto Franco, la cosa che affascina -oltre al coraggio e allo spirito di avventura dei piloti- è anche l’affidabilità meccanica delle moto che si trovano a lavorare in condizioni estremissime sia climaticamente che a contatto con la sabbia che sollecita e usura moltissimo le componenti, una vera e propria sfida.

    • #13049

      zio franco
      Bijdrager

      Vero ! notavo proprio quello,resistenza fisica e meccanica
      Solo vedendo la foto subito sopra della terra riarsa dal sole immagino lo stress delle gomme e le vibrazioni di tutto il resto,un miracolo considerando i 100 km/ora di media che significa che in alcuni tratti viaggiano ai 160 e passa

      Il bello è anche che se i privati arrivano dopo ore,di li ci devono passare comunque

      E la meccanica viene testata davvero,mi piace pensare che tanti accorgimenti sulla serie siano nati dall’esperienza

      Altra cosa,molti intendono i distacchi come reali durante la giornata (mi aspetto che qualcuno invochi le sportellate,accidenti a lui !) invece anche ieri il secondo è partito 15° cioè 40 minuti dopo il primo,quindi anche se con 22″ di distacco se l’è guadagnata da solo senza riferimenti,e poco prima dell’arrivo era ancora in testa
      C’è da dire che partire dietro a volte è un vantaggio,segui le piste se non ci sono problemi di navigazione,ma sei solo,questo è importante,tu la moto e quei paesaggi pazzeschi

      Vabbè l’inverno è lungo…;-)

  • #13050

    zio franco
    Bijdrager

    Detto fatto,gliel’ho tirata ai primi 3,forse 4 con Price che è passato in ritardo

    Walkner ha sbagliato strada e Brabec gli è andato dietro,persi 20 minuti abbondanti per ognuno
    Barreda invece è fermo proprio 🙁

  • #13051

    zio franco
    Bijdrager

    Colpo di scena,Barreda Bort e la sua Honda sono costretti al ritiro anche stavolta,tre su quattro i ritiri della coppia

    “Alla fine è stato trasportato dall’elicottero speciale dopo una caduta in un’area complicata da pietre. Anche se non ha subito gravi ferite, la sua moto avrebbe subito danni che hanno reso impossibile continuare nella Dakar.”

    Giornata nera per molti che si sono persi,tutti i primi ma non solo,hanno lasciato per strada una ventina di minuti escluso

    De Soultrait
    Benavides
    Van Beveren
    Sunderland
    Goncalves

    Già arrivati anche

    Price con 14′
    Brabec con 20′
    Walkner con 23′

    Cerutti Gerini e Sanz anche loro in viaggio con una mezz’ora di ritardo

  • #13052

    zio franco
    Bijdrager

    Leggete i commenti degli spagnoli perchè sono i più diversi,dalla rabbia alla consolazione ai se ed ai ma…popolo caliente 😉

  • #13053

    ICE2000
    Bijdrager

    ancora una volta non arriva in fondo il povero BArreda… non una novità come sottolineava lo zio Franco.
    si perde un protagonista importante della gara

  • #13055

    zio franco
    Bijdrager

    Estimados companereos adelante ! 😉

    Riassunto della giornata difficile di ieri,detto di Barreda precipitato in una pietraia dalla quale non è più uscito,i primi si sono persi accumulando una ventina di minuti

    Bella prova di Cerruti che recupera prendendo solo mezz’oretta dai primi

    Filmati selezionati per voi,prima di tutti i panorami tra cielo,mare e sabbia

    Questo non l’avete mai visto,dalla parte di chi guida

    Infine immagini della gara moto e quad

    Immagini speciali

    Oggi AREQUIPA – TACNA,510 km di trasferimento e 406 di speciale con i favoriti a recuperare le difficoltà di ieri

    hasta luego

  • #13056

    albertopape
    Bijdrager

    In contemporanea all’Africa Eco Race
    Botturi domina la 8° tappa si conferma primo e Picco arriva 11° salendo in 15°posizione….alla faccia dei nonni bikers😂

    • #13057

      Mastic
      Sleutelbeheerder

      Io Picco lo tifavo una vita fa, quando ancora era un crossista, e di Dakar neanche se ne parlava. Grande!

  • #13058

    zio franco
    Bijdrager

    🏁 STAGE 4 – BIKES 🏍️ 🏁

    1. @rickyB357
    2. @MatthiasWalkner +6’19”
    3. @tobyprice87 +7’07”

    ⚠️ @quintanilla102 +20’21”

    I primi della classe si riprendono la testa della classifica,Quintanilla per 24 ore ci ha sperato

    Brabec,Walkner e Price sempre davanti

    Cerutti tosto si gode la 16a posizione con soli 23′ al pari del vincitore di ieri De Soultrait e dello stesso Quintanilla
    Laia è 20a a 24′ con uno stuolo di fifoni che l’hanno seguita per tutta la gara facendogli fare da battistrada per poi seminarla una volta sicuri di arrivare

    Gerini a + di mezz’ora intorno alla 25a

    Tratto di fesh fesh in cui la corsa è stata neutralizzata
    Nient’altro da segnalare per oggi

  • #13059

    Dolfy
    Bijdrager

    Grazie zio. Puntualissimo e graditissimo.

    Lamps

    Il Dolfy

  • #13070

    zio franco
    Bijdrager

    Allora qualcuno legge ! 😉

    Introduzione per la Eco Race,Botturi,Agazzi ed i nostalgici della Dakar vera,capitale del Senegal col suo famoso lago rosa che tanti arrivi in volata ha visto

    Solo tre tappe separano la Eco Race dall’arrivo,le più dure a partire da oggi,seconda tappa della Marathon,in contemporanea con la Dakar Peruviana

    Botturi è in testa con 7′ su Ullevalseter e 2 h 10′ su Agazzi e la sua Honda 450

    Ieri Agazzi è salito sul podio

    Ma torniamo a ieri,prima parte tappa Marathon senza assistenza

    Terreno duro e sassoso che mette a dura prova la meccanica
    Prova dove i favoriti non si sono risparmiati

    Filmatino di avventure non rare dove tutti per uno,uno per tutti

    Oggi seconda parte con ritorno ad Arequipa,776 di trasferimento e 345 di prova speciale
    Partenza alle 14 italiane,per cui si vuole cercare il buio….mah,pochi passaggi nei villaggi,poco contatto con gli abitanti,poco colore,più un gran Premio insomma,non mi piace come le edizioni precedenti,manca il contesto,manca la partecipazione umana

  • #13072

    ICE2000
    Bijdrager

    da sito ufficiale dakar: 10:53 Gonçalves è fuori dalla gara!
    Paulo Gonçalves non raggiungerà il traguardo della sua 12a Dakar. Il pilota ufficiale della Honda ha subito una brutta caduta dopo 155 km sullo speciale ed è stato costretto a ritirarsi per la quinta volta nella sua carriera alla Dakar. Il portoghese ha subito un leggero infortunio alla testa e forse una mano rotta.

    e la casa dell’ala saluta la possibilità di vincere, se mai l’hanno avuta

    anche il sito ufficiale sottolinea la gara di Dutto e degli scudieri della OFFROAD ADVENTURE CREW

  • #13074

    zio franco
    Bijdrager

    C’è Brabec l’americano che va forte !
    Oggi è in scia alle Ktm

    Piuttosto è sparito Cerutti dalla classifica,speriamo siano problemi del trasponder come il primo giorno
    Gerini invece è messo bene
    Anche Laia dopo i mille km di oggi tiene

    Al momento Husqvarna ma sono tutti in un fazzoletto

    Goncalves ferito

  • #13075

    ICE2000
    Bijdrager

    COME NON DETTO:
    12:17 Dutto non riesce a iniziare
    L’ultima pagina dell’ispirazione di Nicolas Dutto sulla Dakar quest’anno è stata scritta questa mattina a Moquegua. Il pilota paraplegico italiano è stato annunciato come non-starter nello speciale del giorno, proprio come i suoi compagni in questa avventura, Pablo Toral e Julián Villarrubia.

    • #13076

      zio franco
      Bijdrager

      Ho letto la storia
      Lui ha fatto 3 tappe regolarmente con 3 accompagnatori
      Ieri uno di loro ha rotto la moto,lui è caduto una ventina di volte,poi si è rotta la moto di un altro ed è rimasto con un solo accompagnatore
      Il regolamento permette di uscire di gara in caso di problemi per non arrivare a notte fonda
      E’ prevista una forte penalizzazione
      La direzione stamattina invece gli ha negato la ripartenza invece

      Vabbè,un equivoco forse,spero, la situazione era difficile
      C’è riuscito comunque e questo è un piccolo passo per l’umanità.

  • #13077

    zio franco
    Bijdrager

    Xavier de Soultrait è stato il pilota più veloce dell’ultima parte dello speciale nelle dune di Ilo fino a vincere la quinta tappa, a soli 9 secondi davanti a Matthias Walkner. Tuttavia, questo risultato è solo provvisorio, alla luce della performance di Sam Sunderland: l’inglese ha finito 7’29 dietro il francese, ma ha trascorso 10 minuti con Paulo Gonçalves dopo l’incidente.

    I primi 10 entro i 3′
    Gerini e Laia entro i 12′
    Cerutti missing

  • #13079

    Dolfy
    Bijdrager

    Zio se ci sei batti un colpo…

    Il Dolfy

  • #13080

    zio franco
    Bijdrager

    Sabato riposo loro,domenica riposo io !

    Allora intanto Botturi si è regalato la Eco Race sul filo di lana da Ullevalseter,terzo Aiazzi
    Il gigante di Lumezzane è sempre stato in testa ed ha vinto tre speciali,se l’è meritata tutta

    L’ulitma tappa un pò di braccino per il timore ci sta,erano solo 7′ di vantaggio e alla fine ne sono rimasti 5′

    In Perù grande casino
    Eravamo rimasti alla 5a tappa con la vittoria di misura di De Soultrait su yamAHA Su Walkner di misura,il sorprendente Santolino su Sherco che poi pagherà i sogni di gloria

    Godetevi la partenza sulla spiaggia !

    Botturi ha sfasciato l’Husqvarna ritirandosi

    Tappa 6 la domenica e fattaccio per Santolino che deve ritirarsi,Sunderland butta la pinza del freno posteriore (!) e lo squadrone Honda troppo Barreda dipendente non decide chi deve fare squadra tra Brabec spodestato dal cileno Quintanilla che zitto zitto vince e balza in testa
    Idem per Ktm che ha in Price una certezza ed in Walkner altalenante

    Classifica generale

    Classifica generale dopo Tappa 6

    PABLO QUINTANILLA ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 20H 45′ 13”
    RICKY BRABEC MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 + 00H 04′ 38”
    TOBY PRICE RED BULL KTM FACTORY TEAM + 00H 05′ 17”
    KEVIN BENAVIDES MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 + 00H 08′ 01”
    DRIEN VAN BEVEREN YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM + 00H 09′ 32”
    MATTHIAS WALKNER RED BULL KTM FACTORY TEAM + 00H 10′ 46”
    SAM SUNDERLAND RED BULL KTM FACTORY TEAM + 00H 21′ 06”
    STEFAN SVITKO SLOVNAFT TEAM + 00H 31′ 56”
    XAVIER DE SOULTRAIT YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM

    16 LAIA SANZ KTM FACTORY RACING TEAM + 02H 09′ 57″

    18 MAURIZIO GERINI SOLARYS RACING + 02H 52′ 50”

    Piccoli segnali di solidarietà

    Difficoltà varie

    Ma in fondo come scrivevo poco stupore,nessun villaggio,nessuno spazio al colore locale,poca avventura perchè in fondo stanno girando in un fazzoletto di sabbia,una gara indoor farebbe lo stesso effetto

    Per me Dakar finisce qui,solo mera cronaca senza emozioni,se non sperare in Price che non vuol sentire parlare di polso rotto,l’arrivo della stoica Laia e dei profughi italiani a cominciare da Gerini

  • #13081

    Dolfy
    Bijdrager

    Vero Zio Franco. Dakar un’altra cosa.
    Ti portava a star sveglio la sera fino a che non avevi visto tutti i filmati, anche dei camion.
    Se non cambiano formula o location la vedo in netto calo.

    Bravo Botturi!!

    Lamps

    Il Dolfy

    • #13093

      Mastic
      Sleutelbeheerder

      Mah, un po’ siamo cambiati noi.
      Quando facevamo le ore piccole per vedere la Dakar in TV non c’erano manco i telefonini mi sa. Prendere un aereo costava caro, molto caro. L’Africa era una meta lontana.
      Sognavamo l’avventura e un po’ la vivevamo attraverso quei pazzi che andavano a correre nella bollente Africa quando qui faceva freddo.
      Ora se apro facebook trovo almeno un paio di amici a Marrakesh, la fidanzata mi presenta un sacco di possibili destinazioni per il week end di fine mese e… non fa più manco freddo.
      Forse dell’avventura ce ne importa poco ormai. Anche perché quella degli equipaggi attuali è diventata poco avventura. Non sono più dei simpatici pazzi che rischiano. Sono dei professionisti che con ogni meraviglia tecnologica si sfidano in una corsa. Come ha scritto Franco, l’emozione è la stessa di vedere una speciale su un fettucciato.

      E ora? Ora bisognerebbe ripartire da un progetto diverso. Ottimo quello attuale appena vinto da Botturi. Ci sarebbe anche qualche manifestazione solidale (a una partecipò il mio amico Padovani), ma il problema è dargli il taglio giusto e azzeccare la copertura media. Mica facile! Non ci sono più i giornali di una volta. E la gente non li segue più come una volta. Il che significa che non ci saranno più neanche i giornalisti di una volta, un po’ professionisti, un po’ avventurieri, che si trasformavano in piloti, in membri d’equipaggio.
      40 anni fa Thierry Sabine l’azzeccò e molto. Oggi bisogna inventare una formula diversa che catturi l’attenzione. Si cerca un nuovo Sabine. A proposito, l’originale non inventò la Dakar per farci i soldi. La inventò per una scommessa con altri 5 amici. Sembra poco, ma anche questa è una condizione di partenza importante

      • #13094

        zio franco
        Bijdrager

        Non sono più dei simpatici pazzi che rischiano

        Capita a fagiolo per vedere questa piccola storia,un pò romantica e strappalacrime ma significativa di chi va solo per il gusto di misurarsi con se stesso

        Fredric Barlerin e le sue parole…ma sopratutto i fatti che sfinirebbero un elefante

        Leggete i commenti sotto 😉

  • #13082

    zio franco
    Bijdrager

    Ecco il Bottu a Dakar,sul lago rosa in Senegal,in tutta la sua “grossezza” 😉

    Ha dichiarato che l’ultima tappa è stata la più dura,sentiva rumorini ovunque e aveva paura si rompesse qualcosa propio sul più bello
    Alessandro ha perso la madre tre mesi fa e romanticamente ha dedicato a lei la vittoria che gli aveva sempre promesso

    !0° assoluto Franco Picco,2° della classe +450,lui solo due anni meno di me,complimenti vecchio cignale !

    • #13104

      Mastic
      Sleutelbeheerder

      Franco Picco è un po’ un mito per me. Lui correva e andava forte nel Motocross quando gli italiani non erano ai vertici mondiali. Poi è andato forte nelle maratone africane.
      Ho la stessa idea di Pape. L’ho incontrato un paio di volte, lui non mi conosce, ma è sempre stato disponibilissimo. Motociclisti vecchio stile, poche pippe mentali. E tanto gas.

      Solo che alla fine torniamo sempre al solito discorso, di quelli ormai anziani che lo fanno per passione, che sono semplici, e che si sottovalutano pure, magari.
      Una vita fa lavoravo in Federazione e conoscevo gli enduristi che vincevano la Sei Giorni. Erano normali. Normali ragazzi, simpatici e divertenti.

      Forse è anche colpa nostra, di noi operatori della comunicazione. Dobbiamo recuperare la dimensione della normalità nelle cose che scriviamo. Perché alla fine un pilota, anche un campione, è uno che sa fare bene una cosa. Punto. Un po’ di understatement cazzo!

  • #13095

    zio franco
    Bijdrager

    Si è conclusa per i primi la 7a tappa con un colpo di scena tra i controlli 4 e 5 quando il gruppetto dei migliori ha sbagliato strada
    Price,Walkner,Quintanilla e Benavides si sono beccati dai 10 ai 20′ da Sunderland con la Ktm che vince la tappa davanti alle Honda

  • #13096

    zio franco
    Bijdrager

    Nuova classifica

    R. BRABEC HONDA 24:48:02
    T. PRICE KTM 0:06:55
    A. VAN BEVEREN YAMAHA 0:07:47
    S. SUNDERLAND KTM 0:09:58
    P. QUINTANILLA HUSQVARNA 0:09:59
    K. BENAVIDES HONDA 0:16:15
    M. WALKNER KTM 0:16:16

    Loro tengono botta

    Laia 16a 2h 33′
    Gerini 18° 3h 27′

  • #13097

    albertopape
    Bijdrager

    Abbiamo passato un paio d’ore alla prepartenza organizzata all’MBE di Verona prima di Natale…a me ha sorpreso l’umanità di questo piloti, che se la potrebbero tirare all’infinito e invece sono stati di una disponibilità e umanità che mi ha sorpreso.
    Picco a parte, che l’ho incastrato varie volte x foto e quattro chiacchiere in più di qualche occasione e forse mi ha inquadrato come suo fan,ma tipo Botturi che stava facendo un’intervista e in un momento che mi guardava gli ho dato un “in bocca al lupo”… ha interrotto e mi ha dato la mano…. poi stava brindando con Picco e ci hanno chiamato x offrirci un prosecco…
    Renè, non ricordo il cognome, lo vedevo un reduce della Dakar… ci ha firmato magliette foto e quant’altro, ho scoperto poi essere uno degli organizzatori..
    Gazzi,mi sembra,il terzo con l’honda… ci ha appiccato filo per segno tutte le diavolerie della sua moto….

    Questi, sono secondo me,i veri Dakariani … che dormono in tenda, che si devono sbattere x gli sponsor … gente come noi che un ciao e uno spriss in compagnia non se lo lasciano scappare!!

  • #13100

    zio franco
    Bijdrager

    … ha interrotto e mi ha dato la mano….

    Un grande !

    Riassunto di ieri con classifiche

  • #13106

    zio franco
    Bijdrager

    Stamattina la cartella stampa è arrivata in ritardo 😉

    Niente che non sia già stato detto,e questo significa che somiglia sempre più ad un GP senza la coreografia di posti e popoli che di per se costituirebbero argomento d’interesse solo per il fatto di essere così poco conosciuti e noti alle cronache di tutti i giorni

    Per fortuna,dico io,questa è riserva pura !

    Un dettaglio per chi fa la vita da mediano

    a recuperar palloni
    nato senza i piedi buoni
    lavorare sui polmoni
    una vita da mediano
    con dei compiti precisi
    a coprire certe zone
    a giocare generosi

    da chi segna sempre poco
    che il pallone devi darlo
    a chi finalizza il gioco
    Una vita da mediano
    che natura non ti ha dato
    né lo spunto della punta
    né del 10 che peccato

    quando è stato chiamato all’ultimo minuto per sostituire Paulo Gonçalves, José Ignacio Cornejo ha chiaramente dimostrato di meritare un posto nel prestigioso team ufficiale Honda. Anche se il giovane pilota cileno sta ancora acquisendo esperienza nel rally più duro del mondo, è già diventato una risorsa chiave per HRC. Oltre a correre in aiuto di qualsiasi compagno di squadra in difficoltà, Cornejo è estremamente veloce e intelligente, come ha dimostrato oggi facendo corrispondere il suo miglior risultato in carriera di due giorni fa, dietro a Sam Sunderland

  • #13107

    Mastic
    Sleutelbeheerder

    Manco una risposta… Franco non ti sei manco accorto che ho postato un commento attaccandolo al commento sbagliato! 🙂

    Quanto alla cartella stampa in ritardo, oggi è martedì, e il martedì la vita inizia sempre in ritardo.

    • #13112

      zio franco
      Bijdrager

      Non è così immediato vedere le risposte di chi a che cosa eh !

      Ma si che l’ho vista,in fondo ci si rimescolano sempre le stesse opinioni,la ricerca dell’eroe da tutte le parti,media compresi che almeno ci mangiano.

      Invece sono attratto dai mediani,anche dagli ultimi che pescano il jolly,da chi li nota in mezzo ai fenomeni onnipresenti,magari anche allegri e senza piagnucolare la mala suerte

      Oggi si parte tardi,dopo le 13, 200 di trasferimento e 300 di speciale,con le medie odierne in tre ore sono arrivati

      Saludos companeros

      • #13114

        Mastic
        Sleutelbeheerder

        Io veramente ero più divertito dal fatto che sono rinco e ho risposto da un’altra parte. Che se poi arriva un altro messaggio, quello mio si perde. E mi sono detto: lo sposto? No, mai abusare dei superpoteri. Facciamo la figura da tonto. Ecco 😀

  • #13115

    zio franco
    Bijdrager

    Colpo di scena ! Brabec l’americano dopo soli 56 km di speciale rompe il motore della sua Honda ed è costretto al ritiro

    Dopo il ritiro di Barreda questo è un duro colpo per Honda e per la Dakar stessa

  • #13116

    ICE2000
    Bijdrager

    tu ci credevi in sto Brabec…. ed in effetti stava riuscendo nell’impresa.
    spiace che il ritiro sia per rottura. la dea bendata della moto riprende a guardare forse verso Mattighofen.
    ma gli alfieri arancioni sono ancora un po’ attardati nella generale. scatenati nella tappa odierna con price primo al wp4

  • #13117

    zio franco
    Bijdrager

    Se si rompono queste giapponesi per forza vincono ancora i crucchi. O dobbiamo rispolverare un Elefant !

    Rimane la consolazione di un Australiano monco (se non gliela tiro…)

    Quintanilla avrebbe ancora delle possibilità

  • #13121

    zio franco
    Bijdrager

    Tappa movimentata ieri,si parte con Suterland in ritardo di un’ora per cui verrà penalizzato alla fine
    Brabec spacca la Honda dopo pochi km

    Price attacca ma ancora di più Walkner che vince e stupisce il ritorno di Quintanilla dietro di 45″

    In classifica Price prende il comando con 1′ sul Cileno e 6′ sul numero 1

    Grande prestazione di Gerini e Laia Sanz 15° e 12a in generale
    Ieri era una tappa faticosa anche per i 40° asfissianti

    Anastasya sfinita

    Panorami del giorno

    Dura la vita la fuori

    Come è fatto e come funziona un bivacco

  • #13124

    zio franco
    Bijdrager

    Partenza in linea,o mass start al sorgere del sole

    Il buongiorno di Laia

  • #13125

    zio franco
    Bijdrager

    Partono tutti insieme e tutti insieme si controllano e arrivano in parata

    Adrien Van Beveren, che ha iniziato la tappa al quarto posto assoluto, ha rotto il motore a 16 km dalla fine
    E se ne va anche una Yamaha…

    Anastasya Nifontova,quella del filmato sopra sfinita di cadere e rialzarsi è ancora in corsa e si trova al 67 ° posto assoluto. La pilota russa è solo a due giorni dal diventare la prima donna a finire la Dakar nella categoria Original per i piloti senza assistenza!
    Ah le russe…;-)

    Laia e Gerini,partiti col secondo gruppo arrivano nell’ordine 13a e 14° a 12′ e 16′

    Con questo Laia sale al 11° in generale e Gerini al 14°

    La testa rimane uguale
    Price
    Quintanilla a 1′
    Walker a6’35”

    Domani ultima tappa del Gran premio 🙁

  • #13126

    ICE2000
    Bijdrager

    ktm e Husqvarna unte dal signore, le altre marche dalla sfiga che manco fantozzi e filini in viaggio insieme.
    Nelle auto si ferma sua maestà Peterhansel
    08:49 Peterhansel fuori!
    Drammatico nella gara automobilistica alla vigilia del traguardo di Lima. Il 13 volte campione Stéphane Peterhansel, che ha iniziato la tappa al quarto posto assoluto, è uscito dal rally a soli 26 chilometri dallo speciale dopo che il suo copilota David Castera si è fatto male alle spalle.

    • #13127

      zio franco
      Bijdrager

      E non è finita qui !
      Loeb in testa alla generale è fermo infossato da 20′

      Al Attiyah e la sua Toyota probabilmente vincono la Dakar,fine della trasmissione

  • #13128

    zio franco
    Bijdrager

    Intervista con siparietto per Laia e Price
    Sembra ci sia in ballo una scommessa,in palio il taglio dei capelli di Price

    Toby es una bestia, el dolor que tiene que estar aguantando nadie lo aguantaría. Tiene la cabeza muy fuerte.

    -Si esto termina así, ¿quién gana la apuesta? (Se jugaron un corte de pelo para Toby si acababa en el top-5 o un beso de Laia si entraba en el top-15)

    -¡Los dos! No sé si se anula, pero hay que cortarle el pelo.

  • #13131

    zio franco
    Bijdrager

  • #13132

    zio franco
    Bijdrager

    Pablo Quintanilla non vincerà questa edizione della Dakar! Il cileno, che era secondo nella classifica generale prima di quest’ultima tappa, è caduto dopo solo 10 km dalla speciale. Obbligato ad attaccare per recuperare il minuto con cui ha seguito Toby Price, il pilota Husqvarna ha commesso un errore di guida. Con un piede infortunato, ha ripreso a correre per cercare di salvare il suo secondo posto nella classifica generale

    KTM per la 18a volta,non c’è storia

    OK Tiro fuori l’Elefant per De Petri ! 😉

  • #13136

    ICE2000
    Bijdrager

    09:35 Nifontova è la prima donna a finire senza assistenza
    Anastasiya Nifontova è riuscita a diventare la prima donna a completare la Dakar nella categoria Original by Motul. Per il 60 ° classificato in classifica generale, questa è un’impresa straordinaria. La giovane donna è una delle 16 coraggiose concorrenti che hanno completato la Dakar in questa categoria.

    COMPLIMENTI ALLA RAGAZZA, SE ANCORA C’ERANO DUBBI SI QUALE FOSSE IL SESSO DEBOLE

  • #13137

    zio franco
    Bijdrager

    Price vince sfinito dal dolore !

    Adesso dovrà tagliarsi i capelli come scommesso

  • #13138

    zio franco
    Bijdrager

    Fair play tra campioni

  • #13142

    zio franco
    Bijdrager

    L’anno delle donne

    E che sia stato noioso se non fosse per loro non l’ho pensato solo io

  • #13143

    zio franco
    Bijdrager

    Infine a termine di questa avventura una carrellata sul palco delle premiazioni per tutti

    Immagini dei personaggi che rendono meno scontata questa edizione,che in fondo è pur sempre un’esperienza unica
    A mio insindacabile parere ed in ordine sparso 😉

    Gerini,uno dei pochi Italiani arrivato a breve distanza dai primi,orfani di Botturi migrato in Africa e Cerutti fermato dalla caduta che ha distrutto i cerchi della sua husqvarna

    Quintanilla,il Cileno rimasto l’unico non smaccatamente Ktm in grado di contendere al panzer austriaco la vittoria finale,tradito dalla generosità e basta

    Laia Sanz,un pezzo di acciaio scolpito in una donna,che si diverte e srotola il gas con la forza degli uomini,già due volte nei migliori dieci all’arrivo.

    Min Zhang dalla Cina con furore ! che ribadisce l’universalità del motociclismo

    Anastasiya Nifontova,dalla Russia con amore,prima donna a finire nella categoria Original senza assistenza,una gioia vivente che oltre le barriere di genere e nazionalità batte anche tanti maschietti super assistiti e fa dell’universo femminile l’eccellenza,forse l’unica di questa Dakar super selettiva ed esasperata sotto l’aspetto sportivo più che dell’avventura

    Price lo lascio per ultimo solo perchè ha una storia di resilienza come quasi tutti gli Australiani,e perchè era ed è il mio preferito per questo

    Nel 2003, a quindici anni, Toby Price vinse ben due categorie del Campionato australiano di Motocross, poche settimane dopo essersi fratturato entrambi i polsi
    Si è ripetuto a 30 anni,dopo essersi fratturato un polso alla vigilia della partenza in Dicembre
    Primo non Europeo a vincere una Dakar,un fuoriclasse per resistenza.
    Anche se qualche anno fa fratturandosi delle vertebre cervicali aveva rischiato di rimanere paralizzato tornò in sella l’anno dopo e vinse il campionato Australiano per la 4a volta
    Vince la Dakar nel 2016 e contemporaneamente la Finke desert race partecipando contemporaneamente con auto e moto ! Come ? disputando la Speciale del giorno in auto, tornando al via in aereo e ripartendo con la Moto
    Vince “solo” quella delle moto arrivando secondo con le auto.Se non è fuori di testa questo non lo è nessuno 😉
    Rimane fermo per la frattura del femore alla Dakar successiva e si ripresenta l’anno dopo arrivando terzo
    Quest’anno è storia attuale,corre con tutore dopo l’operazione al polso,e vince contro il dolore e la stanchezza. Un gigante,un buono,un Australiano che diamine

    Adesso deve tagliarsi i capelli dopo aver perso la scommessa con Laia che lo vedeva sul podio,ed averla vinta vedendo lei nei 15 in cambio di un bacio

    Infine loro,le “saltafossi” monocilindriche 450 di tutti i colori,che dopo cinquemila km nel più ostile dei percorsi sono arrivate in fondo a tutto gas (credo che molte prove abbiano finito ai 100 km/ora di media con punte intorno ai 160)

    Bravi chi le ha costruite,guidate e manutenute
    E bavi noi che le abbiamo seguite in questa storia che dura da quarant’anni

  • #13172

    Anto
    Moderator

    Un complimento che vale come un premio anche a te zio che ci hai raccontato così appassionatamente anche questa edizione di un evento che col passare degli anni forse di è un po sbiadito👌

Je moet ingelogd zijn om een reactie op dit onderwerp te kunnen geven.

Spring naar toolbar