Giro di vite dei controlli su strada in arrivo

Home Forum Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Andando in Moto Giro di vite dei controlli su strada in arrivo

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Lollo 4 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #7242

    Mastic
    Amministratore del forum

    Nel 2017 la mortalità stradale è aumentata del 7,5%. Una tendenza negativa che sembra confermarsi anche in questo primo scorcio di 2018. Così il Capo della Polizia diffonde una circolare per chiedere a tutte le polizie di aumentare al massimo i controlli su strada. E di studiare meglio il fenomeno dell’incidentalità, cercando anche nuove forme di dialogo con la popolazione.

    Di per sé una circolare intelligente e positiva, secondo me. Il timore è che qualcuno colga l’occasione per una nuova caccia alle streghe, finendo per cadere ancora nello stereotipo del motociclista che va forte e rischia. Invece, come scrivo anche nel mio articolo -fermo restano che il Codice della Strada dobbiamo rispettarlo tutti- i motociclisti che creano problemi (loro malgrado) sono altri.

    Qui il mio articolo.

    Voi cosa ne pensate?

  • #7247

    Anto
    Moderatore

    C’era una volta la patente a punti…sembrava che entrara in vigore la situazione stesse migliorando ma purtroppo era l’effetto novità, una volta resosi conto dei controlli inesistenti e della possibilità di ricorrere facilmenre al giudice di pace e vedersi annullata sicuramente la sanzione, si stia tornando a fare tutto alla guida tranne che a guidare. Non credo sia solo colpa dei telefonini c’è altro ma bisogna capire cosa.

    • #7248

      Mastic
      Amministratore del forum

      Beh, credo che molti qui hanno sperimentato come le polizie locali spesso non comunichino la detrazione di punteggio in caso d’infrazione, “accontentandosi” di riscuotere la sanzione pecuniaria. Il che, unito ai pochi controlli che ci sono, rende alla portata di tutti l’obiettivo di superare i due anni senza multe comunicate all’anagrafe per recuperare il monte punti originario di 20.

      Al di là dei punti, sicuramente servono più pattuglie di polizia sulla strada. Per combattere l’anarchia degli idioti, che fanno cose folli alla guida. Pochi giorni fa uno ha superato dentro una curva cieca, davanti a me. Certe volte vedo gente che vorrei fermare e picchiare. Senza neanche dare spiegazioni. E ne vedo tantissimi, di tutti i tipi. Se facessi il poliziotto e girassi in pattuglia, dovrei intervenire continuamente. E non si parla di eccessi di velocità, ma di comportamenti stupidamente pericolosi.
      Segnalo che continuo a discutere con gente che sale in macchina con me e non vuole mettere la cintura. Segnalo una mia amica che la settimana scorsa ha sfasciato la sua auto contro un camion, tamponato per rispondere al telefono. E meno male che era un camion. Segnalo uno che ieri in scooter mi ha quasi buttato fuori strada contromano, perché leggeva il telefono e fuori strada ci stava quasi finendo anche lui. Un furgone che stavo superando, l’altra sera, mi ha fatto la stessa cosa, raddrizzando la parte iniziale di una curva.
      Forse serve il meteorite che invoca spesso @zio-franco

  • #7250

    zio franco
    Partecipante

    Gabrielli non è un incapace e ne ha dato dimostrazione,ascolta,ragiona e poi agisce

    Davvero interessante il passaggio

    “Particolare importanza – scrive -, anche in funzione meramente dissuasiva di comportamenti alla guida illeciti o imprudenti, assume il coordinamento e la pianificazione di impiego di tutte le risorse disponibili sul territorio, affinché la presenza delle Forze di polizia e delle polizie locali, nei punti della viabilità risultati a maggior rischio di incidenti, possa essere garantita in maniera diffusa e, pertanto, percepita dalla cittadinanza

    “Anche lo sviluppo di nuove strategie di comunicazione, che si aggiungano alle collaudate iniziative di formazione e di educazione alla legalità, può rivestire notevole importanza per far percepire alla cittadinanza la gravità del fenomeno, anche attingendo ad esperienze maturate in occasione di incidenti stradali che nelle singole realtà locali possano aver avuto una vasta eco”.

    E chiude: “Da ultimo, le iniziative adottate e le migliori pratiche consolidate a livello locale potranno essere comunicate a questo Dipartimento, anche al fine di fornire utili orientamenti per la realizzazione – a livello nazionale – di campagne di prevenzione della mortalità sulle strade

    Argomento che noi motociclisti del centro conosciamo e predichiamo da tempo,in particolare quando si è fatto il contrario utilizzando la Forestale per tutt’altri impegni professionali e constatandone gli effetti nefasti anche in termini di costi per i ricorsi

    Il territorio e chi vi abita,lavora e frequenta è importante,la capillarità della presenza di tutti gli interessati è fondamentale,la comprensione della popolazione una miracolosa soluzione

    La pacca sulla spalla di un Carabiniere vale più di cento autovelox

  • #7251

    Mastic
    Amministratore del forum

    @zio-franco scrisse

    La pacca sulla spalla di un Carabiniere vale più di cento autovelox

    Anche questa frase vale più di cento articoli.
    Vaff… così, perché oggi non si era ancora litigato io e te 🙂

  • #7252

    Lollo
    Partecipante

    Infatti @mastic, secondo me il problema è duplice.
    Sicuramente è arrivata la necessità di sanzionare i comportamenti folli e scellerati – siamo tornati al Far-West!!!
    Troppa gente che guida col telefono in mano (anche solo come gesto involontario!!), manovre di retromarcia in autostrada o (nel nostro caso a Roma) sul GRA…e troppe ce ne sarebbero da raccontare.
    Però a mio avviso tutta questa gente (utenti dell strada) andrebbe prima di tutto educata. Non mi meraviglierei del fatto che molti, in caso di contestazione, rimanessero attoniti nel venire multati per una azione (a loro avviso) apparentemente senza pericoli.

    Cheers

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti