I dati finali del mercato 2017

Home Forum Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Andando in Moto I dati finali del mercato 2017

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mastic 5 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6322

    Mastic
    Amministratore del forum

    5,1% in più sul 2016. QUI il pezzo completo.

    Il mercato della moto va. Con tutte le peculiarità che abbiamo fatto notare negli ultimi mesi.
    La moto riprende, lo scooter tiene. Vanno forte le naked e le endurone, crescono molto le 125 (quindi ci sono i giovani). Ripartono un po’ le sportive.
    Quello che vedo è un buon successo di moto non estreme, né nella cilindrata né nelle prestazioni o nel prezzo.
    Voi che ne dite?

  • #6342

    multistrangola
    Partecipante

    Il dato più confortante sono i giovani che ssi affacciano al mondo delle 2 ruote fin da “piccoli”….forse ci vorrà ancora del tempo prima di essere rinchiusi in una …riserva!

  • #6344

    zio franco
    Partecipante

    A me quel -45% di Dicembre, con tutte le giustificazioni del caso lascia un pò perplesso
    Se Gennaio e Febbraio vanno come vanno in attesa dei nuovi modelli,si fa presto a partire con un -20%
    Invece Dicembre era il mese degli affari,dei km zero da smaltire,dei modelli “obsoleti”,quelli intelligenti

    Mi consola l’andamento tragico dello Scrambler come flop annunciato…ahahahaha
    Lasciamoli fare a Bologna che è meglio

  • #6352

    Anto
    Moderatore

    Perdono volumi le cilindrate tra 300 e 600cc

    Ciò significa che ormai è consolidato il settore di queste cilindrate esclusivamente per gli scooter dove poi troviamo le moto. Diciamo che queste ultime stanno sempre più diventando mezzi semplici e facili da guidare -almeno per le cilindrate fino e 1000cc- anche economici da gestire e mantenere. Le motine 125 le inizio a vedere abbastanza diffuse tra i ragazzini (molte Yamaha MT 125 almeno dalle mie parti). Ormai la differenza di prezzo tra queste ultime e uno scooter si è molto assottigliata a favore delle prime.

  • #6368

    Mastic
    Amministratore del forum

    Intanto arriva anche il consuntivo dell’ACI su radiazioni e passaggi di proprietà

    CHIUSURA D’ANNO CONTRASTATA PER I PASSAGGI DI PROPRIETA’ MENTRE CONTINUA A CRESCERE IL PARCO CIRCOLANTE

    Finale d’anno contrastato per il mercato dei veicoli di seconda mano. A dicembre i passaggi di proprietà delle quattro ruote depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno fatto registrare una crescita del 9,3% in termini di media giornaliera rispetto al corrispondente mese del 2016, che tuttavia si trasforma in un calo del 3,1% in termini di bilancio mensile a causa della presenza a dicembre 2017 di due giornate lavorative in meno. Ben più marcata la flessione dei passaggi di proprietà dei motocicli che, sempre al netto delle minivolture, hanno chiuso l’ultimo mese dell’anno con una variazione mensile negativa del 13,5% rispetto a dicembre 2016 (-3,9% in termini di media giornaliera).

    Per ogni 100 autovetture nuove ne sono state vendute 174 usate nel mese di dicembre e 148 nell’intero anno 2017.

    Complessivamente nel 2017 i passaggi di proprietà netti hanno evidenziato incrementi del 4,7% per le autovetture, dello 0,9% per i motocicli e del 3,4% per tutti i veicoli.

    I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it

    Segnali decisamente positivi, invece, per il bilancio mensile delle radiazioni, sia nel settore delle autovetture sia in quello dei motocicli. Rispetto al mese di dicembre del 2016 le radiazioni delle quattro ruote nell’ultimo mese del 2017 hanno fatto rilevare una variazione positiva del 5,2% (+ 16,8% in termini di media giornaliera), mentre le radiazioni di motocicli hanno messo a segno un incremento mensile del 21,1% (+ 34,5% in termini di media giornaliera).

    Il tasso unitario di sostituzione nel mese di dicembre è stato pari a 0,96 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 96) e a 0,71 nell’intero anno 2017.

    Complessivamente nel 2017 le radiazioni di autovetture sono aumentate del 2,8%, così come quelle di tutti i veicoli, a fronte di una flessione del 2,5% registrata nel settore dei motocicli.

    Considerando il saldo positivo per le autovetture tra prime iscrizioni e radiazioni – circa 583.000 unità – si prevede un nuovo incremento del parco circolante al 31-12-2017 di oltre l’1,5%.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti