Il mondo ruota intorno a 2 cilindri (di solito a V)

Home En Forums Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Quelli che corrono Il mondo ruota intorno a 2 cilindri (di solito a V)

This topic contains 7 replies, has 4 voices, and was last updated by  calus 1 year, 9 months ago.

  • Author
    Posts
  • #6666

    Mastic
    Keymaster

    Prendetevi del tempo, per leggere il lunghissimo pezzo scritto a 3 mani (io ce ne ho messa una sola) con Raffaele Lanza, sul Trofeo Supertwins; già conosciuto come BotT. E’ un pezzo scritto con il cuore di un appassionato (non pilota) che ha seguito sempre questo Challenge. Del quale oggi è… organizzatore. E se sabato 20 gennaio siete a Verona, al Motor Bike Expo, sappiate che questa gente qui, quelli ripresi nelle foto, potete incontrarli. Perché vengono alla premiazione del Trofeo 2017.

    QUI il nostro pezzo, qui sotto i vostri commenti!

  • #6671

    zio franco
    Participant

    Lunghissimo ? Ho preso 6/7 ore di permesso per leggerlo tutto,anzi manca la parola dal vivo,con le inflessioni dialettali,i toni,i caratteri.
    Ah che bello sapere che la riserva esiste,è viva e lotta insieme a noi !

    Questo è senz’altro uno dei capisaldi che si sono perduti da scolpire sui cordoli

    La libertà di chi prepara, non per nulla come da motto sono ammessi solo i mezzi “handmade”
    Grazie al primo punto abbiamo avuto esplosioni di inventiva che non si vedono da nessun’altra parte con dei veri prototipi, piuttosto che delle special. Sul secondo punto invece perché devo impedire di montare delle cammes super se poi il vantaggio che ne deriva, per via delle limitazioni imposte per esempio sui corpi farfallati, limita il vantaggio a qualche cavallo? Sono da sempre un anti–stock; cosi come non mi piace la limitazione sui pneumatici.
    Per lo stock devi avere la possibilità di controllare, e questo significa avere i documenti ufficiali delle moto per poterlo fare, oltre a una invasività per lo smontaggio dei mezzi non da poco. Se non controlli, diventa un boomerang, mentre più di qualcuno cerca di dribllare il regolamento e per far questo spende l’impossibile perché oltre a magheggiare deve anche nascondere

    Il secondo emendamento della nuova costituzione

    Il top l’abbiamo raggiunto con le fasce prestazionali. Mi spiego: negli anni d’oro avevamo i campionissimi che facevano gruppo, i meno campionissimi dietro, la fascia un po’ più lenta, quindi i medi e quindi i lenti. Ognuno contento di lottare nella sua dimensione, guardando ai migliori non come un’umiliazione ma come un merito di essere là, insieme.
    Una nota a questo proposito: ci sono tanti personaggi che si divertono in pista e, in molti casi, hanno moto che nel regolamento tecnico della BotT sono favorite, ma pensano di non essere abbastanza veloci. Il bello della BoT invece era proprio questo e sta tornano a esserlo, si gioca, ci si confronta, imparando volta per volta; perché i più veloci sono anche da sempre i più disponibili e i più simpatici, almeno nella Battaglia…

    Direi di non aggiungere altro,mi siedo ed aspetto il seguito davanti al camino,o meglio davanti ai box

  • #6674

    multistrangola
    Participant

    Ho fatto parte del mondo BOT e poi supertwin per quasi 20 anni vivendone e respirandone ogni aspetto ed ogni sfumatura. Ho decine e decine di aneddoti su un mondo delle corse molto particolare che non esiste ormai più. Nell’articolo sono numerose le dimenticanze di personaggi e di soluzioni tecniche che hanno segnato la storia di questo trofeo in maniera indelebile. Non si può certo sintetizzare decenni di storia in poche riche ma scuderie come la RT Racing e soluzioni motoristiche come l’aspimolla sono stati protagonisti di questo mondo bicilindrico “hande made”. Domani faccio 50 anni e ne ho passati pochi tra i cordoli e tantissimi nel paddock a fare tutto quello che c’era da fare dall’autista al meccanico, dal cuoco allo psicologo, dall’organizzatore all’infermiere….posso dirlo senza possibilità di smentita…bei tempi!!!

  • #6675

    calus
    Moderator

    Bellissimo articolo e splendide foto, complimenti agli autori!

  • #6676

    Mastic
    Keymaster

    L’articolo mi è piaciuto tantissimo. Molte delle persone citate o fotografare le conosco. Ho condiviso momenti importanti con loro.
    Andai a cena con Paolo Marini una sera di 30 anni fa, che mi parlò di questa sua idea divertente di recuperare le vecchie moto che avevamo dimenticato, per correrci.
    Conosco piloti, meccanici e preparatori.
    Ci sono delle dimenticanze, è vero. Ovviamente me ne sono reso conto subito. Non entro nel merito, fortunatamente sono solo quello di Netbikers che voleva parlare di Supertwins
    Ci sarà modo di rimediare, commentando e aggiungendo qui, ma anche facendo altri articoli.
    C’è un mondo da raccontare. Io ad esempio, con la collaborazione proprio di multistrangola, ho pronto il gustosissimo pezzo di quando Tamantini e Carotenuto sono andati insieme a Monza a correr e si sono autoeliminati quando erano primo e secondo. E dovevano tornare insieme in furgone. E avevano fatto affidamento suo premi di gara per mettere la benzina necessaria al rientro.
    Trovassi una foto di quei due insieme…

    Ah, la Moretti di Tamanta l’ho guidata più volte. Nello stesso periodo ho visto anche l’Aprilia 250 GP. Erano simili.

    Chi sarebbe da raccontare anche la storia dell’aspimolla, è quella ddl Motor asimmetrico.

    Partiamo da qui è iniziamo?

  • #6698

    multistrangola
    Participant

    un paio di rarissime testimonianze filmate la prima al mugello nel 94 la seconda a Monza nel 93

  • #6699

    zio franco
    Participant

    Spettacolo !

    Brividi per il tempo che fu,esperienze irripetibili

  • #6700

    calus
    Moderator

    raccontate raccontate…che peccato non essere vecchio come voi! 🙂

The forum ‘Netbikers Italia – Quelli che corrono’ is closed to new topics and replies.

Skip to toolbar