Italia , paese per i furbi.

This topic contains 10 replies, has 7 voices, and was last updated by  Bobpezzadoo 2 months, 3 weeks ago.

  • Author
    Posts
  • #14072

    Stefano.gr
    Participant

    Ho iniziato la giornata decisamente male , complice una notte insonne a causa del mal di schiena e della bronchite (si lo so , sono da rottamare), notte nella quale ho riflettuto su una serie di aspetti della mia vita , primo su tutti di quanto io sia un coglione.

    Scusate le parole forti , ma dire che sono arrabbiato/avvelenato non rende l’idea.

    Vado subito al nocciolo della questione: come molti di voi sapranno io sono un’autonomo , una di quelle famose partite iva , spesso additate di evasione e ruberie varie.

    Purtroppo per me non ne sono capace , non ne ho l’indole , ma se potessi vorrei trasformarmi nel peggior figlio di puttana mai esistito !!

    Perché ?

    Perché in Italia , ad essere disonesti si viene premiati.

    Di che cosa parlo ? dell’ultimo condono fatto adesso , il “saldo & stralcio”

    Io per continuare ad esistere come attività , mi faccio un mazzo tanto così , una vita di merda con rinunce su rinunce , e l’età che avanza e la salute che lentamente ti abbandona.

    Sacrifici immensi , tutti i santi giorni, e questo per cosa ?

    per essere fottuti , ancora una volta , dal nostro amatissimo stato.

    E già , perché io per pagare le tasse , che sono circa il 60% del guadagno , faccio anche le undici di sera dentro alla mia attività. e scendo la mattina presto , e scendo con la febbre , con la schiena rotta che neanche riesco a camminare e finché respirerò dovrò scendere qui nella mia attività.

    Poi però arriva la pace fiscale , certo poverini “loro” non hanno potuto pagare , tendiamogli una mano !! Però le vacanze estive si devono fare , e che dopo un’anno di lavoro non me le merito ? Con che soldi ci vado ? Ma con quelli delle tasse , tanto prima o poi un condono uscirà !!!

    Io che invece sono stato anche sei anni consecutivi senza neanche andare a prendermi un gelato , ammazzandomi letteralmente per rimanere in pari , sono appunto un coglione !!

    Con il “saldo & stralcio” , si pagherà dal 16% al massimo di un 35% , a seconda del reddito ISEE.

    Quindi passiamo ad alcuni esempi pratici.

    Faccio un paio di anni senza pagare nulla , ma dichiarando tutto chiaramente , accumulo un debito verso l’erario , diciamo di 40000 euro , dopodiché , nella peggiore delle ipotesi ne pago solo 14000 e nella migliore delle ipotesi circa 7000 , ed in comode rate chiaramente.

    Conveniente no ? E chi si è ammazzato per stare in riga , mangiando merda dalla mattina alla sera , beh quello è un vero coglione !!

    A volte ho l’istinto di fare come Michael Douglas in quel famoso film.

  • #14073

    zio franco
    Participant

    Siamo tanti sai !
    Ci occupiamo della scuola dei ragazzi,delle medicine per i malati,delle strade per i mezzi,del territorio,dei poveri,degli ultimi come dei primi,senza distinzione

    Io vado a letto sereno e la mattina allo specchio conto le rughe ed i capelli col sorriso
    66 anni e 45 tra poco di lavoro e contributi,metà da dipendente e metà da autonomo
    Se la salute regge l’anno prossimo vado in pensione di vecchiaia,niente quota 100 ne reddito di fannullanza

    Non farei a cambio con quelli li,anzi gli sputo se posso

    E’ tornato la settimana scorsa il mio socio dal Canada,raccontava quello che sappiamo tutti,li si pagano le tasse e si pagano anche,sottolineo anche,per come ci si comporta,basta una multa,un cicca per terra,un graffito sul muro e perdi punti,come per la patente

    E se gli domandi come si trovano rispondono : ” che motivo c’è di evadere le tasse ? che motivo c’è di buttare la carta per terra,che motivo c’è di non pagare la spesa al supermercato ?”

    p.s. (al supermercato le casse sono in mezzo non all’uscita,potresti uscire senza pagare tutto,ma non ne vedono il motivo)

    Io la interpreto così,non vedo un motivo che sia uno per non contribuire a quello che serve anche a me
    Se è troppo si fanno i sacrifici,ne vale sempre la pena

    I coglioni sono gli altri,io e te siamo ganzi (e giriamo il gasse 😉 )

  • #14074

    Bobpezzadoo
    Participant

    Sono della tua stessa idea e nella tua stessa situazione, sono 15 mesi che sono sotto la lente dell’agenzia delle entrate solo perchè non sono stato congruo nel 2015…. Vivo in affitto, non ho auto o barche che possano mettermi in anagrafe particolari, ho smesso anche con i viaggi, se vado via qualche giorno lo faccio in contanti, ho tolto il telepass…. vivo di merda e per cosa? Agli ispettori che una mattina alle 8.30 di lunedì mi hanno dato appuntamento perchè dovevano sapere quanti grammi di salmone metto nelle crepes, mi hanno detto: la vediamo un po’ stanco….. la mia risposta li ha lasciati di stucco: scusate, ho fatto venerdì sabato e domenica con queste ore 16, 16 e 15, di domenica sono riuscito a chiudere a mezzanotte invece dell’una.
    Cosa potevano pensare che potessi provare in quel momento dopo 47 ore di lavoro su 72, quando mi hanno chiesto se erano 10 o 20 grammi quelli di salmone dentro i rotolini dell’antipasto?
    Se alla fine si arriverà ad una multa la contesterò fino alla fine dei miei giorni, svenderò tutto e me ne andrò in un altro paese, che se fosse di merda come questo, non essendo il mio, mi farebbe stare meno male.

    Sono schifato quanto e forse peggio di te, mi hanno dato dell’evasore senza neanche prima guardarmi in faccia…..

  • #14075

    Dolfy
    Participant

    Non sono autonomo ma sicuramente sono parte della categoria coglioni vari.

    Non ho mai omesso di pagare la minima tassa, anche la più ingiusta e insulsa ho pagato la patrimoniale su quattro denari risparmiati (grazie governo) e se posso pago pure in anticipo sulle scadenze. Mia moglie aveva un negozio e per chiudere senza fallire abbiamo fatto sacrifici per sette anni ma ne un fornitore ne un dipendente è rimasto impagato. Dormo bene di notte (quando non ho come te mal di schiena o acciacchi vari) e sono moderatamente orgoglioso di essere un coglione mah….fino a quando???

    Siamo in via di estinzione???

    Lamps

    Il Dolfy

  • #14077

    Mastic
    Keymaster

    Io sposo quello che dite, sono d’accordo con tutti voi e capisco tutte le vostre storie. Il problema è che non usciremo da questa situazione. Scordatevi che sia possibile.

    Abbiamo una quota di evasione fiscale pazzesca e insostenibile. Abbiamo una quota di persone che sfruttano i servizi dello stato a sbafo di noi che paghiamo. E spesso li consideriamo anche furbi, piuttosto che LADRI. Ladri nei confronti nostri, perché ospedali, scuole, polizia… li paghiamo noi. Lo stato siamo noi.
    In più mandiamo al potere forze politiche che non hanno la minima voglia di stanare gli evasori. Piuttosto si accontentano di fare i condoni. Che oggi tanto fanno incazzare Stefano.

    Le tasse sono una cosa bellissima. Se le paghiamo tutti e se non mandiamo dei ladri (magari anche incapaci) al potere

    Benvenuto fra gli incazzati Stefano.

  • #14080

    Fuzz
    Participant

    Ciao Stefano, posso capirti, sono artigiano, ed anche per me le ore delle giornate lavorative sono a doppia cifra.
    Posso farti due domande:
    tu lavori con i privati, giusto?
    Riesci davvero a fare le fatture a tutti?

    Pagare le tasse, sarebbe un segno di civiltà, ma vi invito a porre l’attenzione alla cifra del 60%…tenendo conto che alcune spese, necessaria alla attività, non vengono considerate e rimangono nella cifra imponibile, una volta si diceva che fino a luglio si lavorava per lo stato, ed al rientro delle ferie (?) si guadagnava il nostro… a quanto vedo, è peggiorata la cosa.

  • #14081

    Bobpezzadoo
    Participant

    Pagare le tasse, sarebbe un segno di civiltà, ma vi invito a porre l’attenzione alla cifra del 60%…tenendo conto che alcune spese, necessaria alla attività, non vengono considerate e rimangono nella cifra imponibile, una volta si diceva che fino a luglio si lavorava per lo stato, ed al rientro delle ferie (?) si guadagnava il nostro… a quanto vedo, è peggiorata la cosa.

    nel mio caso non sono le tasse sul reddito a fare la voce grossa, ma tutti i balzelli inutili che si presentano come spese fisse. 8mila euro di spazzatura, mantenere “giovani” sette corsi diversi: haccp, 626, privacy, pronto soccorso, anti incendio ecc ecc, che ogni 4 anni scadono anche se non cambia niente e ti richiamano a fare 20/30 ore che non hai a 350 euro se non di più. Il consulente esterno della 626 che dovrebbe fare un’ispezione dei nuovi macchinari ma che non fa più di tre passi dalla porta di ingresso, 250 euro. Assicurazione locale non meno di 200 euro al mese, acqua luce gas, gpl nel mio caso, pozzo nero…. Come credi che si possa vivere?
    Tutti i venerdì girano in una dozzina a battere al tappeto tutti i locali, finanza, capitaneria, vigili urbani, asl, ispettorato nel pieno del lavoro ti fanno ispezioni ed entrano in cucina, magazzino e non sarebbe da buttarli fuori e dir loro di tornare alla chiusura

  • #14086

    MT
    Participant

    SE MI DESSERO IN MANO LA COSA VI SISTEMEREI IO A VOI EVASORI.
    Sono a partita iva anche io,agente di commercio, e per trentotto anni abbiamo gestito uno stabilimento balneare, e come dice Bob, le tasse in se non sono nemmeno il peggio, oltre a pagare le tasse che ogni altro bar o attività ha a proprio carico, (iluminazione, rifiuti urbani , tassa insegne, tassa sui frigoriferi ecc) si pagava, e ancora si paga, la concessione demaniale, ( nell 85 circa 16.000.000, lire ovvio) il servizio di salvataggio e la pulizia della battigia, che sono fuori concessione tra l altro, i rifiuti urbani prodotti in zona di ombreggio, cosa che rientrava già tra quelli pagati dal bar (doppio pagamento quindi) la tassa di ombreggio, che sono gli ombrelloni in zona bar, (o lasci i tavolini al sole?), i VVFF che non danno il nulla osta per mancanza di un secchio di sabbia, in una spiaggia adriatica, USL che vuole il collegamento elettrico di terra in una plafoniera di plastica alimentata a 12 vac.
    Capisco i vari dolori di Stefano , questo governo dice di voler ridurre le tasse , ma il ministro del turismo dice di voler radoppiare le tasse di concessione demaniale, mentre quelle governative, almeno alcune sono già più che raddoppiate.
    Capisco chi è a stipendio che faccia fatica ad arrivare a fine mese, ma se trovo chiudo la P.IVA e vado a fare il dipendente , gia al venti del mese la carta di credito è esaurita, ma almeno posso dormire senza pensare ai balzelli, e alle ditte mandanti che chiedono sempre pui fatturato anche con mercato in recessione o rialzi di prezzo, e continui report o altre pratiche burocratiche interne, che quelle dello stato sono come il rosolio

  • #14091

    Stefano.gr
    Participant

    Posso farti due domande:
    tu lavori con i privati, giusto?
    Riesci davvero a fare le fatture a tutti?

    Principalmente si , lavoro con i privati. Sono al numero 146 come ricevuta fiscale e al numero 6 come fattura.

    Purtroppo si , può scappare una lampadina o mezzo litro d’olio rabboccato , che poi è più per pigrizia che altro , per il resto è tutto scritto , infatti mi fanno un culo così. Ad Agosto , ma soprattutto a Novembre e Dicembre è un bagno di sangue , se non cominci a scantonare quattrini già adesso , quando arriva fine anno devi andare a fare una rapina.

    Che poi come dice Bob , i balzelli sono tali e tanti che l’IRPEF da sola è l’ultimo dei problemi. Anche io di nettezza urbana pago una bella somma (2400 euro annui) a questo aggiungi il contratto di smaltimento dei rifiuti tossici e nocivi (circa 1000 euro annui) e mettiamoci pure quella gran stronzata del SISTRI che hanno appena soppresso però intanto i soldi ce li hanno fatti spendere. Proseguiamo con l’IMU (3000 euro annui) , si perché io sono proprietario della mia officina , proprietario di un bel mutuo trentennale del quale ancora mancano 17 anni. Però per lo stato/comune , un locale C1 va preso a mazzate come se non ci fosse un domani , perché se hai preso un locale per lavorare , sei ricco a prescindere !! E i contributi del dipendente non ce li vogliamo mettere ? E delle palate di IVA che ogni volta ci sfameresti un intero stato Africano ? Proseguiamo con circa 3000 euro di corrente l’anno (che poi ho passato tutta l’illuminazione a led , ma nel frattempo il costo dell’energia e salito ) , il condominio , il telefono , il rinnovo dell’attrezzatura , i corsi di aggiornamento , il patentino per i gli F-gas , la nuova iscrizione alla CCIA come meccatronico , e già, perché adesso è scomparso il meccanico , è scomparso l’elettrauto , voi quando andate in officina vi recate dal meccatronico , e questo scherzetto mi è costato altri 1100 euro. E potrei continuare per pagine e pagine , questa è la mia attività. La cosa che mi fa incazzare , e che siamo sempre e dico sempre pieni di lavoro , sempre con il piede sull’acceleratore con l’ago in zona rossa , e ti sembra giusto che se non ci fosse lo stipendio di mia moglie che fa la cassiera in un supermercato , noi a fine mese non chiuderemmo i conti ?

    Il sistema fiscale italiano è vessatorio , iniquo , vorace , ti leva veramente l’anima. Ecco perché mi va il sangue al cervello quando vedo questi condoni , sono profondamente ingiusti nei miei confronti e di tutti quelli che stanno come me.

    Il fisco italiano è schizofrenico , crea norme e regole assolutamente scollate dalla realtà e poi su quelle regole ci applica magari delle sanzioni con accertamenti induttivi , senza neanche capire realmente di che cosa stanno parlando.

    Sulla seconda domanda ti ho risposto che purtroppo si , scrivo tutto.
    Perché ? perché con i studi di settore , che adesso dovrebbero chiamarsi in un’altra maniera ma in sostanza rimarranno tali e quali, chi come me ha tante uscite certificate ( mutuo , stipendio ) è inchiodato. Tra l’altro quello che per i studi di settore è il loro minimo , per me è il mio massimo. Quindi per rimanere congruo e coerente , a volte paradossalmente butti più soldi di quelli che hai realmente incassato.

    D’altronde , come disse un forumista di noi , nonché commercialista ( Dario ) , “non ho mai visto concludersi un’accertamento con una stretta di mano” , ed è vero , perché se incappi in un controllo , in un qualsiasi controllo , non ne uscirai mai con il portafoglio sano.

    Quindi , io mastico amaro tutti i giorni , sperando che questo fisco oppressore e vessatorio cambi , poi ti vedi tutto di un tratto che chi non ha pagato nulla , adesso viene premiato con 30000 euro , certo che mi incazzo !!!

  • #14092

    Mastic
    Keymaster

    Beh, se vogliamo ripartire dai condoni, conviene capire chi ha fatto condoni in Italia.
    Il Condono è un modo ben definito di fare politica, perché si rivolge a un ben preciso target di elettori.
    Qui c’è una rapida storia dei condoni in Italia, argomento che è stato negli anni molto dibattuto.

    Che poi il fisco italiano sia eccessivamente pressante… confesso che non ne sono convinto. E’ sicuramente molto molto pressante, ma non siamo il paese con la pressione fiscale più elevata. Siamo vicini ad esserlo, si. Vado a memoria senza andare a trovare i dati aggiornati, ma tempo fa eravamo al terzo posto.

    Il vero problema è un altro: le tasse che paghiamo (perlomeno quelli di noi che le pagano) allo Stato non ci restituiscono un livello di servizi adeguato. E dobbiamo spendere altri soldi, molti altri soldi, per vivere. Magari anche male.

    Ecco il nodo qual è. Nei paesi dove la tassazione è addirittura più alta che in Italia, lo stato pensa a tutto. Funziona tutto. E quei quattro soldi che ti restano in tasca, servono per il resto. Qui se hai un tumore e chiedi un accertamento in ospedale, ti danno appuntamento per l’anno successivo. E allora, se hai i soldi te lo paghi privatamente, altrimenti magari muori.
    Qui all’Università di mia figlia, che è la Sapienza di Roma, mancano dei professori da inizio anno. Cattedra vacante. E per due anni hanno fatto lezione senza banchi, perché non c’erano. E nelle aule dove si studia i ragazzi sedevano per terra, perché non c’erano sedie. Ma abbiamo iniziato già dalle elementari, dove noi genitori facevamo la colletta per comprare carta igienica, matite, penne, blocchi di carta.
    Anni fa ho conosciuto dei poliziotti che facevano la colletta per mettere la benzina alla macchina di servizio e uscire in pattuglia.

    Il condono in sé mi fa incazzare, ma veramente è il meno. Sono molto ma molto più incazzato di vivere in un paese simile al film di Woody Allen, il dittatore libero dello stato di Bananas.
    Però siamo in cortocircuito e continuiamo a non saperlo.

    Abbiamo già pagato caro in passato. Purtroppo pagheremo ancora. E io sono molto più incazzato per questo. Perché il futuro sarà ancora più lacrime e sangue

  • #14194

    Bobpezzadoo
    Participant

    . E’ sicuramente molto molto pressante, ma non siamo il paese con la pressione fiscale più elevata. Siamo vicini ad esserlo, si. Vado a memoria senza andare a trovare i dati aggiornati, ma tempo fa eravamo al terzo posto.

    vado a memoria anch’io, peggio di noi c’è la Danimarca ma che ha nel servizio pubblico un all inclusive da lacrime di commozione, è prevista pure l’università, senza contare strade biliardo, ospedali inimmaginabili qui e tanti altri servizi che fan si, che si viva bene.

You must be logged in to reply to this topic.

Skip to toolbar