Multe proporzionali al reddito

Home Forum Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Andando in Moto Multe proporzionali al reddito

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mastic 5 mesi, 4 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6142

    Mastic
    Amministratore del forum

    Una ragazza norvegese ha pagato 25mila euro di multa per guida in stato d’ebbrezza. Può sembrare tanto, ma ha rischiato di pagare fino a 5 milioni.
    In effetti lei è una miliardaria, e in Norvegia le multe sono proporzionali al reddito.
    Se ci pensate, la cosa è socialmente corretta. Perché il peso che avrà sulle singole persone l’esborso di una determinata cifra è ovviamente diverso in funzione del reddito e del capitale posseduto da ogni persona.
    Insomma, un ricco se ne frega se ogni tanto gli arriva una contravvenzione, e può continuare a violare la legge quanto vuole, mentre un poveraccio magari va in crisi per una singola multa da pagare. Introdurre una proporzionalità significa azzerare queste diseguaglianze sociali e far si che la multa pesi in maniera analoga per tutti. Il che dovrebbe tradursi in un più ampio rispetto del Codice della Strada, quindi in minori incidenti.

    Voi che ne dite?

  • #6145

    zio franco
    Partecipante

    Certo pagare per non perdere punti sulla patente non dichiarando chi era alla guida come nel nostro Cds è l’esatto opposto

    Io una notte in questura per smaltire i postumi della sbornia e riflettere sulla bellezza della Libertà propria e altrui,gliela facevo passare
    Forse se la ricordava più della multa

    • #6146

      Mastic
      Amministratore del forum

      Un po’ mi porti fuori tema, ma è interessante il tuo spunto: il carcere piuttosto che la sanzione pecuniaria.
      Non lo so. In Italia ha funzionato abbastanza la paura di essere presi, ed è cambiato molto il nostro costume.
      25mila euro mi sa che se li ricorda anche una persona benestante. Certo dipende quanto benestante. Forse al carcere sostituirei i lavori socialmente utili. In Francia ti mandano ad assistere i grandi invalidi, resi invalidi dagli incidenti stradali. Diciamo che se a turno tutti noi facessimo un po’ di lavori socialmente utili, potremmo migliorare un po’ tutti.

  • #6147

    Anto
    Moderatore

    Il facoltoso non avrebbe problemi a fare un ricorso rivolgendosi ad un legale pur di non pagare, andrebbe rivisto anche questo sistema, ti arriva la multa, sei obbligato a pagare in maniera proporzionata al tuo reddito e svincoli i giudici di pace a perdere tempo per queste cose dedicandosi a cause più serie.

    Una notte in prigione la dimentichi presto, così come i lavori socialmente utili, tanto se non hai la sensibilità di soccorrere un ferito in strada non ti colpirà nemmeno vedere chi si è rovinato con un incidente, bisogna agire sul portafoglio delle persone per poter -forse- cambiare qualcosa

  • #6148

    Mastic
    Amministratore del forum

    Siamo in 3 con altrettante idee differenti. Forte sta cosa!

    • #6149

      Anto
      Moderatore

      Tanto ho ragione io 😛

  • #6150

    Mastic
    Amministratore del forum

    La sintesi di questo nostro disaccordo si potrebbe trovare in quei sistemi che demandano al giudice la decisione sulla pena più utile in funzione del soggetto che deve espiarla. In Italia in parte succede già

  • #6158

    calus
    Moderatore

    gabbio e multa insieme?

  • #6159

    HighSide
    Partecipante

    In Italia reddito reale e dichiarato sono grandezze scorrelate…
    Meglio una pena corporale, 10 frustate posson bastare!

    • #6161

      Mastic
      Amministratore del forum

      Purtroppo sono d’accordo con te.

      Ciao Highside!

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti