Pericolo erba ai lati delle strade

Home En Forums Netbikers Italia – Forum Netbikers Italia – Andando in Moto Pericolo erba ai lati delle strade

This topic contains 4 replies, has 4 voices, and was last updated by  Mastic 1 month, 2 weeks ago.

  • Author
    Posts
  • #14606

    Mastic
    Keymaster

    Fra motociclisti si parla tanto di guard rail, e non si dice mai nulla sull’erba alta ai lati delle strade.
    Ci pensavo in Sardegna, quando facevo la spola fra la testa del gruppo e la coda. A volte ho chiuso il gas, perché con l’erba alta non riuscivo a capire da che parte girasse la strada.
    Altre volte la strada la conosci, la fai anche ad occhi chiusi, ma in curva, quando pieghi, vai con la testa sotto il livello dell’erba, e guidi alla cieca. Cosa pericolosa, perché non vedi cosa c’è avanti sulla strada; e si rischia di più anche di investire animali selvatici fermi nell’erba alta.

    Ho sempre trovato antipatica e pericolosa questa stagione, proprio per via di questo problema.
    Ora scopro che non sono l’unico a pensarla così. Anche l’amico Biserni, il presidente dell’Asaps, lancia un comunicato per denunciare i rischi gravi dovuti ai mancati sfalci d’erba. Ve lo rilancio

    I tagli alla manutenzione delle strade impediscono anche il taglio adeguato dell’erba
    Lo sfalcio è sempre più occasionale e cala la visuale negli incroci stradali, con conseguente aumento del rischio in particolare per ciclisti e motociclisti

    Anche in questo fine primavera, estremamente piovoso, si affaccia il solito problema, anzi è aumentato. E’ sotto gli occhi di tutti una crescita abnorme dell’erba a fianco dei tracciati stradali in particolare provinciali e statali, che invade, quasi dando l’idea di un restringimento, i bordi delle strade. Erba che ha raggiunto altezze inusuali creando condizioni di ostacolo alla visibilità nelle aree delle intersezioni a raso, con l’incremento dei fattori di rischio.
    Una volta lo sfalcio avveniva con regolarità e la rasatura dell’erba garantiva visuali adeguate. Oggi non è più così. La trascuratezza nella manutenzione stradale, come al solito addebitabile ai tagli dei fondi delle amministrazioni proprietarie delle strade, non permette gli sfalci periodici e necessari dell’erba, con un’ulteriore elevazione del rischio sulla strada in particolare per i ciclisti e motociclisti spesso resi invisibili dall’ormai ingovernabile altezza dell’erba.
    Pensavamo che le nuove norme su omicidio stradale e lesioni personali stradali, portassero gli enti proprietari a migliorare la manutenzione stradale, ricordiamo che aumentano di giorno in giorno i sindaci, gli assessori e i tecnici che vengono indagati per le omissioni nella cura della segnaletica o nella manutenzione della strada. Anche perché le “foreste” che crescono coprono segnali, catarinfrangenti, ostacolano la visuale ad uno stop.
    L’ASAPS denuncia da anni questa situazione di rischio, assolutamente evitabile. Qualcuno ci ascolterà?
    Insomma siamo nell’assurda situazione che i tagli impediscono il taglio dell’erba.

  • #14608

    zio franco
    Participant

    C’è anche maggiore attenzione per il periodo riproduttivo degli animali,molte uova sono deposte in questo periodo e lo sfalcio indiscriminato mette in pericolo le specie
    Lungi da me fare l’integralista animalista,ma come al solito la verità sta nel mezzo,sfalci chirurgici metterebbero d’accordo necessità e rispetto
    Ma si preferisce,quello si da integralisti,fare come per altre iniziative,vietando tutto e dando la responsabilità genericamente oggi ai “verdi” domani agli “ambientalisti” fino a “Greta” piuttosto che più in grande alla corruzione e malaffare

    Il lavoro,ci siamo scordati che il lavoro costa fatica e applicazione
    Nel caso dei terreni il discorso vale a maggior ragione per i privati,l’abbandono della campagna e la vita di rendita di molti,troppi.

    • #14618

      MT
      Participant

      Basterebbe fare uno sfalcio solo in banchina, 50cm, rendendo oltretutto visibili anche i paracarri, per fare poi una pulizia seria più avanti
      Proprio ieri sera causa deviazione ho dovuto allungare la strada facendone una dove nel raccordo c erano canne, (piante locali simili al bambù) so già cosa stavate pensando, che ostruivano 60/80 cm di asfalto
      Per quanto riguarda i integralismo ecologico, c’è gente che non sa distinguere un cervo da una volpoca, o pensa che ci siano nascite, escludendo alcuni mammiferi, anche in autunno

  • #14609

    Anto
    Moderator

    Le strade un bene comune della comunità, sono le prime ormai a farne le spese dei tagli compensate -guarda caso- da un aumento degli ormai insostenibili costi di gestione di auto e moto.

    Diminuissero di conseguenza ci potrebbe anche stare di tenersi questo schifo

  • #14619

    Mastic
    Keymaster

    Qui si parla di pochi soldi e di impossibilità di falciare l’erba.
    Poi però nei giorni scorsi in Sardegna ho notato che le strade sono bellissime, ma eccessivamente fasciate da guard rail. Barriere inutili in alcuni casi, perché delimitano un bel prato e si potevano risparmiare i soldi dell’installazione e si sarebbe evitato di esporre i motociclisti al rischio d’impatto. Anche gli automobilisti, perché piuttosto che un’auto che rimbalza al centro della strada, ne preferisco una che finisce sul prato.
    No, non credo che necessariamente ci siano tanti guard rail perché si sono messi d’accordo per spartirsi un po’ di soldi. Penso piuttosto a una scelta inopportuna dettata da scarsa sensibilità nei confronti di chi usa il mezzo a due ruote

You must be logged in to reply to this topic.

Skip to toolbar