24 Ore di Le Mans: qualifiche in corso, fra alti e bassi

Ultimo giorno di prove ufficiali per la 24 Ore che prenderà il via domani. Le squadre ufficiali come al solito viaggiano a una velocità diversa dagli altri e sembrano non avere mai problemi. Un po’ diversa la situazione per i team privati. Ma l’Endurance è così, e risolvere i problemi dell’ultim’ora fa parte del gioco. Noi abbiamo perso Poggiali per una scivolata, più tardi annunceremo il sostituto
Di Federico Natali (Foto Z Racing e Official 24 Heures Moto)

Piloti pronti a entrare in pista per le prove

C’erano un italiano, uno spagnolo e un francese: questa era fino a ieri la situazione nel box Ducati numero 57 Team Z Racing, a Le Mans. Oggi non è più cosi purtroppo. L’italiano, Manuel Poggiali, è fuori uso. Si è “lanciato” nel turno di libere ieri mattina, provocandosi un lieve trauma cranico che gli impedirà di correre.

Così il Team oggi continua il lavoro a tempo pieno con i soli Ricardo Saseta e Lionel Ancelin, che affronteranno da soli le Q2. Tutto da rifare, quindi, per la squadra italiana di cui sono collaudatore, che deve ancora qualificare il pilota francese (Saseta si è qualificato ieri nella Q1) e cercare un terzo pilota per sostituire Manuel Poggiali. Perché Jacopo Zizza, il team manager e riserva ufficiale del team, non è qualificato.

Si risolverà, perché oggi, al termine delle prove, ci saranno certamente delle riserve di team Ducati francesi qualificate che non correranno. Già sono stati presi contatti, e finite le prove verrà ufficializzato il nome del terzo pilota.

Il team Z Racing sta vivendo appieno la settimana di Endurance, affrontando tutte le sfighe tipiche di un appuntamento come questo. Perché l’Endurance è così, e in una settimana in pista ti succede di tutto. Magari capita anche alle velocissime squadre ufficiali, ma lì c’è un impegno ufficiale della casa, che porta molte moto e molti ricambi. Noi del Z Racing in questi giorni abbiamo già dovuto risolvere alcuni problemi di natura elettronica, che si sono affacciati martedì, la giornata di prove libere, e non hanno permesso alla Panigale di percorrere molti chilometri. E dire che eravamo andati a San Martino del Lago pochi giorni prima proprio per controllare che fosse tutto a posto!

Si lavora nel box del Team Louit 33 Kawasaki, con il quale corre Kevin Manfredi

Detto della mia squadra, mi preme sottolineare la magnifica prestazione di un altro pilota italiano al quale voglio bene, Kevin Manfredi, che è alla sua seconda 24 Ore di Le Mans.

Reduce da una doppia gara meravigliosa il week end scorso, quando ha strabiliato tutti con due podi nella classe Supersport del CIV, ora Kevin sta andando fortissimo anche a Le Mans.

Ingaggiato da un top team francese, il Louit 33 Kawasaki, lo spezzino ha sparato un best lap a 1’38”00, che lo ha proiettato al primo posto nella categoria Stock del suo turno e al 4° assoluto a solo 1 secondi di distacco dalla prima Superbike!

Qualche problema in più invece per il Girls Racing Team –quest’ultimo capoverso lo aggiunge Mastic-. La confidenza con la moto è migliorata, l’atmosfera è buona, ma i tempi ieri hanno un po’ stentato ad arrivare. Questa mattina sembra che le ragazze siano partite con un altro piede. Più tardi gli aggiornamenti.

Ultimi ritocchi sulla Panigale del Team Z Racing prima di entrare in pista

 

Il box Z Racing, con le due Panigale portate a Le Mans, una per le prove e una per la gara

[bbp-single-topic id=7416]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: