Corso Base di Manutenzione – 1:  prima di mettere le mani sulla moto

Il nostro @lukethebike, apprezzato tecnico e collaudatore presso la Honda Europa, negli anni ha curato una serie di corsi tecnici per concessionari e officine autorizzate. Si parla di Corso Base di Manutenzione, Corso Telaio e Corso Iniezione. Ora ha deciso di riprendere in mano quel materiale e di proporre una rubrica fissa su Netbikers. Ecco la prima puntata, nella quale si parla delle premesse fondamentali prima di mettere le mani sulla moto
di Lukethebike – (la foto d’apertura rappresenta la distribuzione a ingranaggi della Honda RC213V)

 

Questa prima parte potrà forse apparirvi scontata, ma è di fondamentale importanza, perché vi si elencano una serie di precauzioni finalizzate a proteggere la persona e il veicolo; oltre ad aiutare a rendere le operazioni di smontaggio, verifica e rimontaggio delle parti più efficaci e utili.
La simbologia è gioco forza esemplificativa, anche se in alcuni casi sarà possibile trovare alcune differenze sui manuali dei vari costruttori.
Lo scopo primario di questa parte è di spingerci a riflettere, prima di “partire in quarta” per una riparazione o manutenzione che sia, magari senza considerare uno o più dei simboli elencati più in basso.
Quindi, prima di procedere, non dare nulla per scontato, ma cercare di capire cosa dobbiamo fare e cosa ci serve per farlo in sicurezza prima di tutto, e poi in modo efficace per la salute nostra e del nostro amato veicolo.

Il primo consiglio è di procurarvi un Manuale di Officina del veicolo oggetto delle vostre attenzioni. In genere hanno un codice e possono essere ordinati presso la Rete Ufficiale del Costruttore. Il Secondo consiglio è di utilizzare sempre parti originali. Sono le sole che garantiscono il corretto funzionamento “a specifica” del veicolo

Funzionamento “a specifica”. Il costruttore del veicolo, vale a dire il responsabile delle specifiche, con la garanzia prende un impegno: garantisce che il mezzo funziona secondo le specifiche, ma subordina tale suo impegno all’uso di parti originali. Questo perché tutte le prove e gli sviluppi sono stati fatti con tali parti, e non con altre.
Non regge neanche il discorso, di comprare la parte “uguale”, ma senza il marchio del costruttore. Questo perché la casa produttrice della moto ha una procedura di controllo qualità che coinvolge anche le parti di ricambio originali. Cura che non segue la linea generalista.
Inoltre, molto spesso, le parti si limitano a sembrare uguali, ma hanno specifiche dedicate e studiate dal progettista, in accordo con il partner/fornitore.
Facciamo un paio di esempi. Il primo è relativo ai pneumatici. Molto spesso quelli di primo equipaggiamento hanno costruzioni diverse dallo stesso modello reperibile dal gommista. In questo caso l’originale si distingue per una lettera aggiuntiva posta sulla spalla dello stesso (A, B, C, ecc…). Possono cambiare il peso, la composizione della carcassa, la densità dei fili…
Il secondo è relativo ai filtri olio. Anche in questo caso, i prodotti di altre marche possono sembrare uguali, ma avere una capacità filtrante molto diversa, a causa di una specifica densità del materiale filtrante non rispettata o della superficie totale impiegata.

Ovviamente questo vale per i costruttori che posseggono e trattengono tutto il Know how costruttivo. Vale meno invece per quei costruttori, che “assemblano” solo parti comprate. Anche se a volte preziose.
Non è oggetto di questo corso sapere chi si e chi no. Semplicemente conoscere significa rispettare il lavoro del progettista.
Vi prego di considerare i capitoli che verranno come una guida e un inizio. Non è ovviamente farina del mio sacco, e di volta in volta saranno forniti anche alcuni riferimenti bibliografici per chi volesse approfondire.
Vi invito anche a cercare in rete e in edicola il materiale tecnico-motoristico disponibile. Purtroppo poca roba in italiano. Principalmente volumi scritti da ex dipendenti e collaboratori del Centro Ricerche Fiat. In inglese invece si trova molto di più. Per la dinamica della moto c’è poi del materiale prodotti dall’Università di Padova.
Buona lettura a tutti delle slide che seguono. E, ovviamente, spazio per i commenti!

 

Home It Forum CORSO BASE ON-LINE

Questo argomento contiene 20 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  roberto854 1 anno, 6 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #3839

    lukethebike
    Partecipante

    Carissimi,
    come spesso succede, quando sono a cena col Mastic, mi lascio coinvolgere da alcune idee “malsane”! Hi hi hi…
    Anni fa preparai una serie di corsi ad uso e consumo della rete dei Concessionari ed Officine della Casa per la quale lavoro.
    A volte aggiornando vecchio materiale cartaceo, a volte costruendo da zero cd in PDF simil-multimediali. Limitandomi alla creazione di bottoni di navigazione (parliamo del periodo 96-2002…).

    Il materiale disponibile è il seguente:
    Corso Base
    Corso Telaio
    Corso Iniezione

    L’idea è quella di proporre piano piano ed un capitolo alla volta il materiale rivisto per l’uso su questa piattaforma.
    Cominciando con il Corso Base
    Che ne pensate?

    [Bene, partito il Corso Base, appena pubblicato in Home page la prima puntata! La trovate QUI – Mastic]

    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 8 mesi fa da  lukethebike.
    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 7 mesi fa da  Mastic.
  • #3841

    Mastic
    Amministratore del forum

    interessante, interessante, interessante, interessante

  • #3842

    OMeGA Mau
    Partecipante

    Bè, è interessante sì!!!

  • #3844

    Stinger (Giangi)
    Amministratore del forum

    Luca, non solo e’ interessantissima, ma va a finire direttamente in Homepage nella sezione “L’angolo dell’Esperto” (che peraltro e’ stata concepita proprio per questo) 😉

  • #3846

    claiot
    Partecipante

    Interessanterrimo, direi! 🙂

    Al punto che starei anche attento ad eventuali copie ed abuso senza riconoscimento dei diritti d’autore, in primis per @lukethebike ma anche per la testata Netbikers.

    • #3848

      Netbikers
      Amministratore del forum

      @claiot Grazie per aver sollevato questo punto.
      In realta’ abbiamo preso in considerazione questa criticita’ ancor prima di aprire la societa’ ed abbiamo alcune precauzioni in essere, sia tecniche che giuridiche.
      Quelle giuridiche sono in fondo alla homepage 😉

    • #3849

      Mastic
      Amministratore del forum

      Grazie @claiot anche da parte mia.
      Purtroppo nel giornalismo si copia spesso.
      Il vantaggio è che chi ha scritto il pezzo originario di solito è per forza di cose avanti. Ho già visto un paio di cose copiate da Netbikers. Confesso di esserne stato inorgoglito.
      Comunque, vedremo anche di dare particolare risalto a questi contenuti, così ne sarà nota la provenienza 🙂

  • #3875

    zio franco
    Partecipante

    Conoscere l’oggetto per utilizzarlo al meglio ed interessarsi alla vita elettromeccanica che lo rende così piacevole è sempre stato il mio “pallino”,da sempre mi adopero nel limite del mio possibile per diffondere le conoscenza frutto delle esperienze rubate con gli occhi e le orecchie

    Credo che sia imprescindibile per una guida consapevole,per migliorare il rapporto e le prestazioni del complesso uomo-macchina,figuriamoci nel momento del bisogno,che ripensandoci poi è sempre !

    Ci sto dentro alla grande ! 😉

    • #3913

      lukethebike
      Partecipante

      Grande Franco!
      Conto sul tuo sapere e la tua esperienza per condire ed ampliare i concetti che mano mano provo a pubblicare.
      Anzi, siccome ho promesso di passare a trovare i Toscanacci, magari ti faccio vedere un pò di materiale che ho già.

      Stay Tuned

  • #3916

    calus
    Moderatore

    interessantissimo!

  • #3935

    Sabri_bri1
    Partecipante

    MOOOOOOOOOOOOlto interessante direi!!!!

  • #3967

    Axel
    Partecipante

    Molto interessante, seguo con interesse, bravo Luca!

  • #4662

    mostronovecento
    Partecipante

    A me non frega una cippa, lasciate pure stare….

    Seeeeeeeeeeeeeeeeee….ci avevate creduto?????
    Interessa, interessa….eccome se interessa. Interessa tantissimo!!!!

    Ciauz

    • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 7 mesi fa da  mostronovecento.
  • #4666

    multistrangola
    Partecipante

    ma l’esperto chi sarebbe Luke? vabbè mi accontento…..del nr 1!!!!!

    daiiii cominciamooooooooooooooooooooo

  • #4672

    Anonimo

    Assolutamente sì!

  • #4853

    lukethebike
    Partecipante

    Tran un pò spedisco le norme generali sulla manutenzione.

  • #4871

    Fuzz
    Partecipante

    Siamo tutt’orecchie 🙂

  • #5454

    Anto
    Moderatore

    Uppo per chi come me si perde gli aggiornamenti in home?

  • #5463

    albertopape
    Partecipante

    wow veramente utile

  • #5484

    zio franco
    Partecipante

    L’ABC insomma

    Ambiente in sicurezza prima di tutto,locali aereati in presenza di vapori di benzina ad esempio !
    Serbatoi sempre tappati
    Motori spenti al chiuso !
    E freddi prima di ogni operazione anche semplice
    Guanti e occhiali possibilmente,perchè una scheggia,un anello di fermo,una spina,uno schizzo d’olio o appunto di benzina possono essere letali per occhi e mani
    Scarpe,non dico antinfortunistiche ma nemmeno le ciabattine a dito,non voglia che cade la moto dal cavalletto,ma una pinza può capitare !

    Programmare mentalmente tutta la procedura che si vuole mettere in atto per essere sicuri di conoscerla e sopratutto,se siamo in possesso di tutti i mezzi,perchè rimanere fermi il finesettimana per aver dimenticato,ad esempio,l’attrezzo di rimozione filtro olio,piuttosto che l’estrattore/ribaditore della maglia di giunzione è imperdonabile

    A operazioni ultimate ripercorrere mentalmente e materialmente tutte le fasi per controllo serraggio della bulloneria alle coppie prescritte,anzi procuratevi una tabella universale delle coppie di serraggio bulloneria metrica in caso di dubbio o mancata specifica
    Ogni casa/modello ha il suo specifico nel manuale di officina

    Tipo questo

    Cercate in rete

  • #5492

    roberto854
    Partecipante

    Assolutamente da non perdere! Anche se mai dovessimo cimentarsi in lavori di manutenzione, che comunque capitano….eccome se capitano, è doveroso conoscere il funzionamento e come “altri” mettono le mani sulle nostre moto.
    Bravi e grazie

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti