Il primo head-up display da moto

Si chiama Nuviz, ed è un accessorio compatibile con la maggior parte dei caschi integrali. Consiste in una visore LCD, che consente all’occhio destro di leggere informazioni durante la guida. Può essere usato come navigatore, ma non solo

 

Era quasi cinque anni fa, quando mi sono occupato di tradurre in italiano i questionari dello studio europeo Riderscan, di cui l’Associazione GuidaSicuraMoto era il referente per il nostro Paese. Si parlava di ITS, gli Intelligent Transport Systems, e c’era una lista delle applicazioni in arrivo, che comprendeva anche gli “Head-up displays”. Tradotto letteralmente significa “visualizzatori a testa alta”.

Una tecnologia per proiettare, in una zona laterale del campo visivo, alcune informazioni utili al guidatore; senza costringerlo a distogliere lo sguardo dalla strada

Sembrava un’applicazione molto futuristica, che faceva pensare ai caschi ipertecnologici dei piloti militari di aerei. Qggi l’head-up display è disponibile sul mercato europeo. Lo propone la Nuviz, una start-up tecnologica, finanziata da Pierer Industrie AG, la società che detiene già il controllo di KTM, Husqvarna, WP Suspension e Pankl Racing Systems.

Il Nuviz è un accessorio che può essere agganciato rapidamente alla mentoniera del casco, con una slitta provvista di un sistema di rilascio automatico, che si attiva in caso d’incidente. Ha un visore a cristalli liquidi che rende l’immagine visibile per l’occhio destro, in basso. Ma non è solo un visore che può mostrare le informazioni richieste dal motociclista. Dotato di telecamera e interfacciabile con lo smartphone, può essere usato come navigatore, ma anche per scattare foto, girare filmati, ascoltare musica o telefonare.
Per comandare tutto ciò, si può utilizzare il telecomando bluetooth da manubrio, azionabile anche con i guanti. Montato su una piastra a scatto, può essere trasferito da una moto all’altra.

Il sistema di navigazione è incluso, con GPS e tutte le mappe precaricate e accessibili offline. In questo modo si possono ricevere informazioni dettagliate curva per curva, con diverse visualizzazioni disponibili: ampie o zoomate.
Per quanto riguarda la fotocamera HD, questa è montata su un giunto a sfere, in modo da poterne modificare l’inclinazione. E, manco a dirlo, attraverso il display nel casco, si può avere una visualizzazione in tempo reale di quanto si sta inquadrando. Dal punto di vista delle prestazioni, l’ottica e il sensore consentono di scattare foto fino a 8MP, e video fino a 1080p/30fps. Le foto vengono salvate nello smartphone del pilota tramite Bluetooth, mentre i video possono andare su una scheda microSD. Il dispositivo include un sensore di luce ambientale, che regola automaticamente la luminosità.
Per quanto riguarda la funzione di comunicazione, il Nuviz è praticamente un interfono, con auricolari e microfono integrati, che consentono di telefonare, ma anche di commentare i video direttamente durante la ripresa. L’azienda dichiara che il sistema è compatibile e interfacciabile con la maggior parte degli altri interfoni bluetooth.
Infine la App, disponibile sia per Android che per iOS, consente di gestire il tutto, di visualizzare foto e filmati registrati, con in più la possibilità di salvare i percorsi preferiti, accedere ai dati di viaggio e alle statistiche di guida, magari anche condividendo il tutto sui social networks. L’aggiornamento del sistema è automatico e gratuito, proprio attraverso l’App.

Il Nuviz è il primo progetto dell’azienda a raggiungere la commercializzazione. Ed è un punto di partenza per le future tecnologie di dialogo automatico fra veicoli e infrastrutture (V2V e V2I) di cui tanto si sta parlando.
Siete curiosi sul prezzo, vero? E’ in vendita a 699 euro (con spedizione gratuita e diritto di recesso di 30 giorni). Per maggiori informazioni o per acquistarlo, potete andare sul sito rideNUVIZ.com.

 

Il video ufficiale di Nuviz

 

Esempio di visualizzazione del navigatore

 

Esempio di visualizzazione di una telefonata in arrivo

 

Esempio di visualizzazione del lettore musicale

 

Il Nuviz è interfacciabile con lo smartphone tramite specifica App

 

L’apparecchiatura da applicare al casco e il telecomando da montare sul manubrio

Home Forum L'Head-up display è in commercio

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  OMeGA Mau 9 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #3191

    Mastic
    Amministratore del forum

    Nella Home ho appena pubblicato la presentazione di un sistema di head-up display (clicca QUI). Un apparecchio che si monta con una slitta sul casco e che fornisce un display personalizzabile che appare in basso a destra nel campo visivo.
    Costa 699 euro ed ha molte funzioni. Navigatore, interfono, macchina fotografica, videocamera…

    Confesso di essere molto affascinato dalla tecnologia. Voi che ne dite???

  • #3197

    zio franco
    Partecipante

    Sono anche io affascinato dalla tecnologia,però adesso devo pensare a guidare ed a salvarmi il culo da chi non lo sa fare

    Ne riparliamo più tardi

  • #3203

    claiot
    Partecipante

    Però non ho ancora capito come possano funzionare questi aggeggi.
    Non nel senso del display o di quello che c’è visualizzato, quello è ovvio.
    Ma come si fa a mettere a fuoco contemporaneamente una cosa che sta a massimo cinque centimetri dal tuo occhio, mentre guardi a decine di metri di distanza.
    Per chi poi porta gli occhiali da miope ed ha passato i 50, dunque è anche presbite, credo che quelle scritte sarebbero solo fastidiose ombre illeggibili.

    • #3204

      Mastic
      Amministratore del forum

      Credo che il fuoco sia calcolato su una distanza più lunga del reale, per non costringere il tuo occhio a continui cambiamenti di messa a fuoco che non solo ti stancherebbero, ma sarebbero pericolosi.
      Ho provato già qualcosa del genere, ma non ricordo dove e come…

  • #3810

    centaurobrizzolato
    Partecipante

    tutte le novita’ hanno bisogno di un periodo di….”rodaggio” per essere utilizzate al meglio. Questa ennesima “diavoleria elettronica” a prima vista sembrerebbe solo un “gadget” per gli amanti della tecnologia, ma a ben riflettere ha senza dubbio la sua precisa utilità…anzi credo proprio che sara’ presto un accessorio ambito…

  • #3812

    OMeGA Mau
    Partecipante

    Alzi la mano chi è riuscito a guardare la strada davanti e la strada dietro contemporaneamente, nel video sopra.
    Io no.
    Io guardavo la strada dietro solo quando la tipa doveva fare un sorpasso, o una svolta.
    E allora tanto vale che continuo a guardare negli specchietti, anzi, speriamo non si perda quest’abitudine che è già poco automatica in troppe persone, perchè “tanto c’è la telecamerina dietro che guarda sempre”.

  • #3182

    Roxxana
    Partecipante

    La mia amica Fiorella stamattina ha condiviso questo video:

    Sinceramente, mi spaventa. Per quanto si dica che usiamo “poco” le possibilità del nostro cervello, qui mi pare che sia bombardato da un eccesso di stimoli da gestire.
    C’è un neurofisiologo in sala?

    • Questa risposta è stata modificata 9 mesi, 3 settimane fa da  Mastic.
    • Questa risposta è stata modificata 9 mesi, 3 settimane fa da  Mastic.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti