Mercato moto: un ottobre spumeggiante!

L’Italia è il primo mercato motociclistico europeo. Questo titolo ha girato parecchio nei giorni scorsi. E in effetti, il mercato delle due ruote italiano è piuttosto frizzante, come confermano i dati di Confidustria ANCMA relativi ai primi 10 mesi del 2017. Siamo tra l’altro in controtendenza rispetto alla maggior parte dei paesi europei, dove si assiste a un momento di flessione. Ma il numero di moto e scooter sulle strade UE continua comunque ad aumentare

 

In Italia le moto tirano forte

L’andamento nei mesi del 2017 del totale dei mezzi a due ruote rispetto al 2016

Il mese di ottobre mostra una significativa crescita a due cifre delle immatricolazioni, in particolare le moto hanno già superato i volumi dell’anno scorso e gli scooter lo faranno entro novembre. Positivi anche i “cinquantini” che, nel progressivo annuo, superano di poco le vendite del 2016. Le previsioni dei costruttori proiettano alla fine dell’anno oltre 12.000 immatricolazioni in più rispetto al 2016. 

Le immatricolazioni di mezzi a due ruote in ottobre hanno raggiunto 13.909 veicoli, con un incremento pari al +22,6% rispetto allo stesso mese del 2016. Importante il contributo delle moto, con 5.174 pezzi e un notevole +33,3%, mentre gli scooter, che con 8.735 unità valgono il 63% dell’immatricolato del mese, crescono del +17%. I veicoli 50 cc con 1.985 registrazioni fanno segnare un +22,7%. Ottobre pesa circa il 6% del totale vendite dell’anno.

“La congiuntura economica è favorevole, grazie alla ripresa del commercio internazionale – afferma Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) –. Aumentano sia la produzione industriale che l’export italiano, indicatori positivi anche per l’occupazione. La fiducia dei consumatori, insieme a un ritrovato potere d’acquisto, genera dati in crescita per il settore automotive. In questo quadro le immatricolazioni delle 2 ruote proseguono un percorso di crescita che consolida il dato progressivo e ci rassicura su una chiusura dell’anno più che positiva, con volumi che tornano ai livelli del 2012Alla domanda di sostituzione, penalizzata negli anni di crisi, si è aggiunto un rinnovato interesse nell’utilizzo delle 2 ruote come soluzione ai problemi di mobilità. La prossima settimana aprirà la 75°edizione di EICMA, che si preannuncia tra le più ricche di novità eclatanti, che svilupperanno la loro potenzialità nei prossimi anni. Sarà l’occasione giusta per immaginare il futuro del nostro settore.”

Da gennaio a ottobre 2017 l‘immatricolato in Italia ha raggiunto 191.183 veicoli con cilindrate superiori ai 50cc, con un incremento del +7,9%. I primi 10 mesi dell’anno hanno totalizzato 113.694 scooter venduti, per un incremento del +5,5% rispetto a gennaio-ottobre 2016, cui si aggiungono 77.489 moto, per un +11,7%. I ciclomotori (50cc) sono arrivati a 20.828 registrazioni, appena sopra i volumi dell’anno scorso +1%.
Nei primi 10 mesi del 2017 sono state vendute complessivamente in Italia 212.011 due ruote a motore (immatricolazioni di moto e scooter targati + veicoli 50cc), pari al +7,2% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il TMax Yamaha è sempre fra i più venduti (6°- 4011 pezzi)

L’analisi per cilindrata nel settore scooter
Ottimo consolidamento del segmento principale, da 300 a 500cc con 40.090 veicoli, pari al +18,8%. Seguono 125cc con 38.610 pezzi, in leggero calo -3,2%. Calano anche gli scooter da 150 fino ai 250cc con 23.949 unità, pari al -8,4%. Grande successo per i maxi-scooter superiori a 500cc, che totalizzano 11.045 immatricolazioni e un significativo +37,6%.

L’analisi per cilindrata nel comparto moto
Continua l’affermazione dei mezzi tra 800 e 1000cc, che con 23.681 unità accelerano di un +14%. Seguono da vicino i modelli oltre 1000cc, in aumento con 21.007 moto immatricolate e un +7,6%. Le medie cilindrate tra 650 e 750cc sono anch’esse in crescita, con 13.840 pezzi e un +15,1%, mentre è più contenuto lo sviluppo delle cilindrate tra 300-600cc con 9.363 moto e un +4%. La crescita più importante spetta alle piccole moto di 125cc, con 7.481 unità e un trend pari al +30%. Infine la fascia da 150 fino a 250cc con 2.117 diminuisce di un -6,3%.

 

L’analisi per segmenti nel comparto moto
Le naked consolidano il primato, con 29.334 vendite e una crescita pari al +17,9%; seguono le enduro stradali con 24.632 unità, in aumento del +8,4%. Al terzo posto si classificano le moto da turismo con 10.907 pezzi e un +15,4%; meno dinamiche a seguire le custom con 5.027 unità segnano un +1,7%. In recupero le sportive con 4.003 moto e un +11,5%. In controtendenza solo le supermotard con 2.698 pezzi e un -1,9%.

 

Italia locomotiva di un’Europa in leggera flessione

Nei primi 9 mesi del 2017, quindi nel periodo gennaio-settembre, le immatricolazioni combinate di motocicli e ciclomotori nell’UE hanno raggiunto 1.051.606 unità, con un decremento dell’1,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo si legge nella statistica pubblicata dall’ACEM, l’Associazione Europea dei Costruttori di Moto.
Le immatricolazioni sono aumentate in alcuni dei più grandi mercati europei, tra cui la Francia (206.596 unità, +4,1%) e l’Italia (197.159 veicoli, +5,7%), ma sono diminuite in Germania (149.334 veicoli, -11,3%), Spagna (120.302 veicoli, -5,8%) e Regno Unito (85.505 veicoli, -15,7%).

Le immatricolazioni di motocicli diminuiscono del 5,1%
Le immatricolazioni di motocicli nell’UE hanno raggiunto 771.327 unità nei primi 9 mesi dell’anno. Ciò rappresenta una diminuzione del 5,1% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Con 177.336 unità (+6,4%), l’Italia rimane il più grande mercato motociclistico europeo, seguita dalla Francia (132.950 moto, +2,4%), dalla Germania (126.592 moto, -11,7%), dalla Spagna (105.184 moto, -8,5%) e dal Regno Unito (80.222 moto, -15,4%)

Crescono però i ciclomotori
Nei primi 9 mesi del 2017, le immatricolazioni nel segmento dei ciclomotori hanno raggiunto le 280.279 unità (+9,3%), anche se ciò è in parte dovuto al fatto che il governo sloveno ha dato mandato a tutti i proprietari di ciclomotori non immatricolati di registrarli per aggiornare la propria banca dati dei veicoli a motore.
Il mercato dei ciclomotori più grande d’ Europa è stato quello francese (73.646 unità, +7,2%), seguito da Paesi Bassi (58.672 unità, +5,9%), Germania (22.742 unità, -9,2%), Polonia (20.550 unità, -4,1%) e Italia (19.823 unità, -0,3%).

 

+7,1% per i veicoli elettrici
Le immatricolazioni di veicoli elettrici nell’UE aumentano del 7,1%.  Le registrazioni combinate di ciclomotori elettrici, motocicli e quadricicli hanno raggiunto 23.695 unità nei primi 9 mesi del 2017. Ciò rappresenta un incremento del 7,1% rispetto allo stesso periodo del 2016.
I maggiori mercati europei in termini di volume sono stati la Francia con un totale di 7.231 veicoli elettrici, seguiti dai Paesi Bassi (4.421 unità), il Belgio (4.165 unità), la Spagna (2.501 unità) e l’Italia (1.454 unità).
Occhio però, perché le moto non vanno benissimo: tra gennaio e settembre 2017 nell’UE sono state registrate complessivamente 3.121 motociclette elettriche (-13,4%). I principali mercati europei per le motociclette elettriche sono stati: Francia (892, +4%), Spagna (808, +51,9%), Germania (405, -32,3%) e Austria (691, -60,5%).
Vanno invece decisamente meglio i ciclomotori, confermando che l’alternativa elettrica per ora viene scelta soprattutto per veicoli utilitari destinati a percorrenze ridotte. In questo caso le immatricolazioni hanno raggiunto le 18.234 unità (+60,8% rispetto ai primi 9 mesi del 2016). I principali mercati europei per i ciclomotori sono stati la Francia (5502 unità, +93,6%), i Paesi Bassi (4244 unità, -16,3%), il Belgio (3630 unità, +293%), la Spagna (1578 unità, +161%) e l’Austria (876 unità, +73,8%). Le percentuali di crescita, in alcuni casi elevatissime, fanno comunque pensare alla sostituzione di veicoli di grosse flotte.

L’analisi dell’ACEM
Antonio Perlot, Segretario Generale dell’ ACEM, ha detto: “le immatricolazioni dei veicoli in Europa sono leggermente diminuite nei primi 9 mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. Da un orizzonte temporale più lungo, tuttavia, la flotta di ciclomotori e motocicli – cioè il numero totale di veicoli circolanti per strada – è passata da circa 30,3 milioni di unità (2006) a 35,3 milioni di unità (2015).
Le ragioni di questa crescita costante sono ben note. I motocicli e i ciclomotori sono ideali per il pendolarismo, in particolare nelle città ad alto traffico stradale, e sono più facili da parcheggiare, il che ovviamente fa risparmiare molto tempo alle persone. Inoltre, consumano meno carburante e sono più accessibili rispetto ad altri mezzi di trasporto. Questi vantaggi intrinseci ci saranno ancora per molti anni ancora, e quindi prevediamo che il numero di mezzi a due ruote a motore in Europa continuerà ad aumentare“.
Circa i possibili sviluppi commerciali futuri, Perlot ha anche sottolineato le potenzialità dei mercati asiatici.
Vi sono importanti opportunità di aumentare le vendite al di fuori dell’Unione europea. Circa l’80 per cento di tutti i motocicli e ciclomotori del mondo viene utilizzato nei paesi asiatici, che offrono un enorme potenziale di mercato per la nostra industria. Tuttavia, molti di questi paesi hanno politiche commerciali molto restrittive, che danneggiano le imprese europee, come ha sottolineato la Commissione europea nella sua recente relazione GEAR 2030“.

Seguono le tabelle relative al mercato italiano

 

La TOP 100 Moto+Scooter Italia (gennaio-ottobre)

Rank Marca Modello Segmento Totale Gen-Ott 2017
1 HONDA ITALIA SH 150 Scooter 10 430
2 HONDA ITALIA SH 300 Scooter 9 333
3 HONDA ITALIA SH 125 Scooter 8 979
4 PIAGGIO BEVERLY 300 ABS Scooter 6 938
5 YAMAHA XMAX 300 Scooter 5 031
6 YAMAHA TMAX 500 Scooter 4 011
7 KYMCO AGILITY 125 R16 Scooter 3 972
8 PIAGGIO LIBERTY 125 ABS Scooter 3 912
9 PIAGGIO BEVERLY 350 Scooter 3 887
10 BMW R 1200 GS Enduro 3 620
11 HONDA X-ADV 750 Scooter 3 148
12 HONDA AFRICA TWIN Enduro 3 054
13 KYMCO PEOPLE ONE 125I Scooter 2 952
14 PIAGGIO VESPA GTS 300 Scooter 2 642
15 PIAGGIO MEDLEY 125 Scooter 2 548
16 KYMCO X-TOWN 300I Scooter 2 456
17 HONDA NC 750 X Enduro 2 343
18 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 125 Scooter 2 272
19 YAMAHA TRACER 900 Turismo 2 238
20 DUCATI SCRAMBLER 800 Naked 2 127
21 KYMCO AGILITY 150 R16 Scooter 2 026
22 BMW R 1200 GS ADVENTURE Enduro 1 917
23 PIAGGIO MEDLEY 150 Scooter 1 754
24 KYMCO DOWNTOWN 350I ABS Scooter 1 698
25 YAMAHA XENTER 150 Scooter 1 688
26 YAMAHA MT-07 Naked 1 585
27 HONDA SH MODE 125 Scooter 1 584
28 YAMAHA MT-09 Naked 1 555
29 PIAGGIO LIBERTY 150 ABS Scooter 1 538
30 HONDA INTEGRA Scooter 1 506
31 YAMAHA XMAX 400 Scooter 1 471
32 PEUGEOT TWEET 125 Scooter 1 298
33 YAMAHA TRACER 700 Turismo 1 268
34 KYMCO PEOPLE GTI 300 Scooter 1 243
35 KAWASAKI Z 900 Naked 1 220
36 KAWASAKI Z 650 Naked 1 214
37 DUCATI MULTISTRADA 950 Turismo 1 181
38 YAMAHA XENTER 125 Scooter 1 173
39 HONDA ITALIA VISION 110 Scooter 1 137
40 SUZUKI DL650A V-STROM Enduro 1 079
41 KYMCO XCITING 400I Scooter 1 008
42 DUCATI MULTISTRADA 1200 Turismo 1 003
43 KTM 125 DUKE Naked 970
44 KAWASAKI VERSYS 650 Enduro 961
45 SYM SYMPHONY 200 ST Scooter 960
46 MOTO GUZZI V7 STONE Naked 937
47 BMW C 650 SPORT Scooter 869
48 BENELLI TRK 502 Enduro 866
49 KYMCO AK 550 Scooter 865
50 HARLEY-DAVIDSON XL883N IRON 883 Custom 837
51 SYM SYMPHONY 125 ST Scooter 822
52 SYM SYMPHONY 125 S Scooter 803
53 YAMAHA TRICITY 155 Scooter 794
54 YAMAHA NMAX 125 Scooter 793
55 HONDA ITALIA PCX 125 Scooter 731
56 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 150 Scooter 725
57 HARLEY-DAVIDSON XL1200X FORTY-EIGHT Custom 719
58 YAMAHA XSR 700 Naked 714
59 BMW R NINE T SCRAMBLER Naked 693
60 BMW S 1000 XR Enduro 687
61 PEUGEOT TWEET 150 Scooter 674
62 BMW F 800 GS Enduro 663
63 KTM 1290 SUPER ADVENTURE S Enduro 662
64 HONDA CB 500 X Turismo 630
65 HONDA CB 500 F Naked 623
66 BMW F 700 GS Enduro 610
67 YAMAHA MT-125 Naked 593
68 DUCATI HYPERMOTARD 939 / HYPERMOTARD 939 SP / HYPERSTRADA 939 Supermotard 590
69 HONDA CB 125F Naked 540
70 PIAGGIO VESPA SPRINT 125 Scooter 534
71 KAWASAKI J300 Scooter 533
72 TRIUMPH TIGER 800 Enduro 528
73 BMW R 1200 RT Turismo 527
74 BMW R 1200 R Naked 514
75 KTM 390 DUKE Naked 514
76 TRIUMPH STREET TWIN Naked 511
77 SUZUKI DL1000A V-STROM Enduro 510
78 YAMAHA NMAX 155 Scooter 488
79 HONDA CB 650 F Naked 478
80 TRIUMPH BONNEVILLE T100 Naked 477
81 DUCATI MONSTER 797 Naked 476
82 BETA RR 2T 300 MONOPOSTO Enduro 474
83 SUZUKI GSX-S750A Naked 471
84 DUCATI SUPERSPORT / SUPERSPORT S Sportive 463
85 SUZUKI AN400A BURGMAN Scooter 461
86 FANTIC MOTOR 125M Supermotard 451
87 BMW R NINE T URBAN Naked 444
88 KYMCO AGILITY 200I R16 Scooter 443
89 YAMAHA TRICITY 125 Scooter 443
90 ENFIELD BULLET 500 Turismo 442
91 KAWASAKI Z1000 SX Turismo 435
92 TRIUMPH STREET TRIPLE Naked 429
93 TRIUMPH BONNEVILLE T120 Naked 416
94 TRIUMPH STREET SCRAMBLER Naked 413
95 YAMAHA MT-10 Naked 409
96 SYM CITYCOM S.300I Scooter 408
97 BENELLI BN 302 Naked 405
98 YAMAHA XMAX 125 Scooter 402
99 DUCATI MONSTER 821 Naked 388
100 KAWASAKI VERSYS 1000 Enduro 377

 

La TOP 100 Moto Italia (gennaio-ottobre)

Rank Marca Modello Segmento Totale Gen-Ott 2017
1 BMW R 1200 GS Enduro 3 620
2 HONDA AFRICA TWIN Enduro 3 054
3 HONDA NC 750 X Enduro 2 343
4 YAMAHA TRACER 900 Turismo 2 238
5 DUCATI SCRAMBLER 800 Naked 2 127
6 BMW R 1200 GS ADVENTURE Enduro 1 917
7 YAMAHA MT-07 Naked 1 585
8 YAMAHA MT-09 Naked 1 555
9 YAMAHA TRACER 700 Turismo 1 268
10 KAWASAKI Z 900 Naked 1 220
11 KAWASAKI Z 650 Naked 1 214
12 DUCATI MULTISTRADA 950 Turismo 1 181
13 SUZUKI DL650A V-STROM Enduro 1 079
14 DUCATI MULTISTRADA 1200 Turismo 1 003
15 KTM 125 DUKE Naked 970
16 KAWASAKI VERSYS 650 Enduro 961
17 MOTO GUZZI V7 STONE Naked 937
18 BENELLI TRK 502 Enduro 866
19 HARLEY-DAVIDSON XL883N IRON 883 Custom 837
20 HARLEY-DAVIDSON XL1200X FORTY-EIGHT Custom 719
21 YAMAHA XSR 700 Naked 714
22 BMW R NINE T SCRAMBLER Naked 693
23 BMW S 1000 XR Enduro 687
24 BMW F 800 GS Enduro 663
25 KTM 1290 SUPER ADVENTURE S Enduro 662
26 HONDA CB 500 X Turismo 630
27 HONDA CB 500 F Naked 623
28 BMW F 700 GS Enduro 610
29 YAMAHA MT-125 Naked 593
30 DUCATI HYPERMOTARD 939 / HYPERMOTARD 939 SP / HYPERSTRADA 939 Supermotard 590
31 HONDA CB 125F Naked 540
32 TRIUMPH TIGER 800 Enduro 528
33 BMW R 1200 RT Turismo 527
34 BMW R 1200 R Naked 514
35 KTM 390 DUKE Naked 514
36 TRIUMPH STREET TWIN Naked 511
37 SUZUKI DL1000A V-STROM Enduro 510
38 HONDA CB 650 F Naked 478
39 TRIUMPH BONNEVILLE T100 Naked 477
40 DUCATI MONSTER 797 Naked 476
41 BETA RR 2T 300 MONOPOSTO Enduro 474
42 SUZUKI GSX-S750A Naked 471
43 DUCATI SUPERSPORT / SUPERSPORT S Sportive 463
44 FANTIC MOTOR 125M Supermotard 451
45 BMW R NINE T URBAN Naked 444
46 ENFIELD BULLET 500 Turismo 442
47 KAWASAKI Z1000 SX Turismo 435
48 TRIUMPH STREET TRIPLE Naked 429
49 TRIUMPH BONNEVILLE T120 Naked 416
50 TRIUMPH STREET SCRAMBLER Naked 413
51 YAMAHA MT-10 Naked 409
52 BENELLI BN 302 Naked 405
53 DUCATI MONSTER 821 Naked 388
54 KAWASAKI VERSYS 1000 Enduro 377
55 KTM SUPER DUKE R 1290 Naked 372
56 HARLEY-DAVIDSON FLHXS STREET GLIDE SPECIAL Turismo 371
57 HONDA CMX 500 REBEL Custom 370
58 BMW G 310 R Naked 369
59 MOTO GUZZI V9 BOBBER Naked 350
60 YAMAHA XT 1200 Z Enduro 349
61 BENELLI TORNADO NAKED T 125 Naked 342
62 KSR BRIXTON BX 125 Naked 342
63 KTM 350 EXC-F Enduro 335
64 BMW R 1200 RS Turismo 332
65 SWM SM 125 R Supermotard 332
66 DUCATI MULTISTRADA 1200 ENDURO Enduro 328
67 DUCATI SCRAMBLER 400 Naked 328
68 DUCATI MONSTER 1200 Naked 319
69 HARLEY-DAVIDSON XL 1200CX SPORTSTER 1200 ROADSTER Naked 315
70 BMW F 800 R Naked 314
71 MOTO GUZZI V7 SPECIAL Naked 310
72 SUZUKI SV650A Naked 303
73 HARLEY-DAVIDSON FXDB103 DYNA STREET BOB Custom 291
74 HONDA CBR 1000 RR Sportive 285
75 BMW S 1000 R Naked 279
76 KAWASAKI VULCAN S Custom 276
77 KAWASAKI NINJA 650 Sportive 266
78 SUZUKI GSX-R1000 Sportive 266
79 BMW R NINE T Naked 259
80 YAMAHA XSR 900 Naked 258
81 DUCATI 1299 PANIGALE / 1299 PANIGALE S Sportive 252
82 HONDA CROSSRUNNER Turismo 249
83 MASH TWO FIFTY Naked 245
84 YAMAHA YZF-R125 Sportive 245
85 KTM 250 EXC-F Enduro 243
86 HUSQVARNA 701 SUPERMOTO Supermotard 240
87 KTM 300 EXC Enduro 235
88 BMW S 1000 RR Sportive 229
89 KEEWAY SUPERLIGHT 125 Custom 229
90 KEEWAY RKV 125 Naked 225
91 YAMAHA YZF-R1 Sportive 223
92 DUCATI 959 PANIGALE Sportive 222
93 BETA EVO 2T 300 Trial 220
94 DUCATI XDIAVEL Custom 220
95 KTM 1290 SUPER ADVENTURE R Enduro 216
96 BMW K 1600 GT Turismo 209
97 APRILIA TUONO V4 1100 RR Naked 206
98 BENELLI BN 251 Naked 204
99 KTM SUPER DUKE GT 1290 Turismo 194
100 MASH CAFE RACER Naked 194

Home It Forum Italia locomotiva europea, ma…

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  gattostanco 1 anno, 10 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #4984

    Mastic
    Amministratore del forum

    Sto implementando il pezzo sul mercato moto di ottobre.
    Qualche giorno fa avevo ricevuto il comunicato dell’Acem, ripreso da molte testate, che apriva dicendo che l’Italia è il primo mercato europeo.
    Vero, verissimo. E ho atteso di avere l’aggiornamento dei dati nazionali per parlarne in un pezzo unico.
    Il mercato moto italiano è spumeggiante, con forti percentuali di crescita.
    Però il tutto va visto in un insieme. E l’insieme è quello di un continente dove c’è una leggera flessione generale, con due paesi in attivo (Francia e Italia, la prima prevalentemente per la sua tradizione ciclomotoristica) e altri in netto calo (Germania, Spagna e Regno Unito).
    Fa bene l’Acem a far notare come nel complesso, in 10 anni il parco circolante motociclistico europeo sia cresciuto di 5 milioni di pezzi. Ma bisogna valutare anche i segnali del mercato, e capire dove stiamo andando. Compresa la potenzialità enorme dei mercati asiatici, che, però, in diversi casi sono ancora chiusi per i costruttori europei.

    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 10 mesi fa da  Mastic.
  • #5011

    gattostanco
    Partecipante

    Nonostante l’approssimarsi del restyling, abbiamo comprato un sacco di Multistrada… grandissima Ducati 😉
    Evviva il made in Italiy, evviva la Motor Valley (sono di parte, lo so 🙂 )
    Multistrada 1200 S MY2017

    🙂 🙂 🙂

    Lamps

    Gatt.

    • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  gattostanco.
    • #5013

      Mastic
      Amministratore del forum

      Gatto, mi fai morire!
      Sono giorni che mi rigiro nelle mani i numeri europei, e mi chiedo perché l’Italia è sempre in controtendenza. Due anni fa l’Europa si riprendeva, macinava grossi numeri di vendita, e l’Italia andava male. Allora era facile dire che la crisi da noi c’era ancora.
      Ora è il contrario! In Europa non si vende granché, ma in Italia il mercato vola.
      E sto qui che mi chiedo se siamo solo in ritardo o se ci sono ragioni differenti.

      Tutta sta premessa per dire che, visto che c’era una tua risposta, mi sono messo seduto e mi sono preparato a leggere una disamina socioeconomica sul mercato europeo. Poi l’ho aperta e c’è scritto forza Ducati, che fica la nostra moto!

      Ecco, ho sorriso. Spontaneo 🙂

  • #5014

    gattostanco
    Partecipante

    …non si può sempre essere seri ?
    Lamps ?

    Gatt.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti