Nuove frontiere del marketing motociclistico: Ducati e Mirabilandia assieme

Da quest’anno l’area tematica Ducati World farà parte del Parco di Mirabilandia. Un fatto importante per la casa di Borgo Panigale, che le consentirà di raggiungere e avvicinare al proprio marchio i tantissimi visitatori del parco romagnolo


Apre domani, 18 aprile, la nuova area Ducati World nel parco divertimenti di Mirabilandia, a Ravenna. D’ora in poi i visitatori del più grande Parco d’Italia, si legge nel comunicato stampa, “potranno essere proiettati nel mondo delle due ruote: 35.000 mq completamente trasformati, per accogliere la prima area tematica al mondo ispirata a un brand motociclistico inserita in un parco di divertimenti”.

Per la casa di Borgo Panigale si tratta di un’opportunità importante per lavorare sul proprio brand. Mirabilandia, con il suo milione e mezzo di visitatori l’anno, è infatti una vetrina eccezionale per raggiungere e avvicinare ai valori del marchio Ducati molti potenziali nuovi motociclisti. Iniziando da quando sono giovani, o giovanissimi. Con attrazioni aperte anche ai bambini, infatti, li si può avvicinare, facendoli familiarizzare con il marchio e i nomi dei modelli, ma anche creare una sorta di associazione istintiva fra il brand di moto italiane e le emozioni adrenaliniche.

Davvero una buona scelta di marketing, che testimonia una volta di più quanto siano maturate le strategie di una casa globale come la Ducati. E anche quali opportunità si presentino sulla loro strada; perché sembra che l’investimento necessario a creare Ducati World, si vocifera 25 milioni di euro, sia tutto o quasi tutto in carico a Mirabilandia.

Una volta le case motociclistiche, anche quelle grandi, si limitavano alla pubblicità sulla stampa di settore. Piano piano, sono sbarcate sulla stampa extrasettore. Fino a scegliere canali differenti, come i social, dove hanno fatto più o meno timidamente i primi esperimenti di ‘direct marketing’. Ora siamo a iniziative ‘differenti’ come questa, che sul lungo periodo darà sicuramente grossi risultati sul brand.

Gli ospiti – continua il comunicato – potranno divertirsi con Diavel Ring, dando libero sfogo a incredibili derapate, dosando marce e freni in sella alla power-cruiser di Borgo Panigale. Per i più piccoli c’è il Kiddy Monster, attrazione ispirata all’iconica naked Ducati, che consente ai giovani piloti di salire a bordo di una moto e provare la sensazione della velocità, in un contesto divertente, sicuro ed emozionante al tempo stesso”.

Per avere la scarica di adrenalina di un giro in sella a una Panigale V4 R, il Ducati World propone i Motion Sphere: due sofisticati simulatori di ultima generazione, capaci di far provare una guida a tre dimensioni, molto vicina a quella dei veri piloti. La tecnologia e la meccanica altamente innovative di questi dispositivi rendono l’esperienza così realistica, da sembrare quasi vera. Nella stessa area sono stati allestiti altri sei simulatori, altrettanto divertenti e con la possibilità di ‘guidare’ Monster 1200 R, Diavel Carbon e 1299 Panigale R Final Edition”.

Il grande pubblico di Mirabilandia dovrà pazientare ancora qualche settimana prima di poter provare Desmo Race e Scrambler Run. È quasi pronto il primo duelling coaster interattivo a doppio binario. Un prototipo unico al mondo, attualmente nella fase finale di ottimizzazione del software, ma presto disponibile per garantire emozioni e adrenalina a tutti gli ospiti del Ducati World. Immediatamente a seguire arriverà anche l’apertura di Scrambler Run, l’attrazione ispirata al mitico Scrambler Ducati sinonimo di libertà degli anni ’60 e ’70, oggi riproposto in una moto con contenuti e tecnologia attuale”.

Nell’Experience Building, con il suo suggestivo ingresso a forma di cupolino della Panigale V4, gli appassionati troveranno in esposizione permanente i più famosi modelli della casa motociclistica, per ammirare da vicino ogni singolo dettaglio. Completano l’area uno store ufficiale, il Ducati World Shop, dove sarà possibile trovare abbigliamento, gadget e una serie di accessori, oltre ai tre punti ristoro: Paddock Cafè, Pit Stop e Scrambler BBQ. Quest’ultimo è una declinazione del format Scrambler Ducati Food Factory già presente a Bologna con due locali, che vuole proporre, anche attraverso il cibo, gli stessi valori di libertà e divertimento tipici del brand Scrambler® e della Land of Joy”.

Se siete curiosi: ducatiworld.mirabilandia.it

Home It Forum Se la Ducati va a Mirabilandia

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mastic 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #14146

    Mastic
    Amministratore del forum

    Visto il comunicato stampa di oggi della Ducati?

    A Mirabilandia apre Ducati World, 3 ettari e mezzo di mondo Ducati che attireranno il milione e mezzo di visitatori del più grande parco divertimenti italiano, promuovendo il brand Ducati su un target di persone potenzialmente ancora non motocicliste. Addirittura sui ragazzi, che così inizieranno a ragionare sulla moto pensando al marchio Ducati.

    Una gran bella scelta di marketing, quella della casa italiana, che da casa globale qual è riesce ad approfittare anche di opportunità come questa. Perché l’investimento necessario per questa operazione – si parla di 25 milioni di euro – sarebbe in realtà tutto o in buona parte a carico di Mirabilandia.

    Una volta di più, un segno dei tempi che cambiano. Anche per il mondo motociclistico. O no?

  • #14149

    topomotogsx
    Partecipante

    Mossa intelligente, rivolta alle nuove generazioni.
    Più soldi servono per mantenere una Ducati, meno ne restano per drogarsi.
    Il Ministero della salute potrebbe anche pensare ad un patrocinio.

    • #14150

      Mastic
      Amministratore del forum

      Ahah, questo è un risvolto che non avevo pensato. Però non c’è mica tanto apprezzamento in giro per le moto, sai?

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti