Su per mulattiere al Passo d’Ere, sopra il Lago di Garda

Pape, Fabio, Nunzio e Ciane hanno colpito ancora. Ecco il loro reportage del giro sui monti delle Prealpi Bresciane e Gardesane

Chi li ferma questi???
Loro sono Pape (@albertopape), Fabio (@gionni1964) e Nunzio, i tre che nell’inverno scorso ci hanno fatto sognare con il loro blog quotidiano dal Marocco; e che già lo scorso anno avevano prodotto un gran bel filmato sulla loro avventura nell’Alta Val di Susa.

Questa volta, con l’aggiunta dell’amico Ciane, hanno fatto un’escursione fuoristradistica sulla sponda occidentale del Lago di Garda. Da lì, percorrendo strade sterrate, sono arrivati al Passo d’Ere (1131 metri), passando per Cima Rest, un altipiano posto a quasi 1300 metri di quota.

Sul Forum ci propongono il loro giro, con ampia documentazione fotografica. Scorrete in basso per leggerlo.

Ora speriamo che Pape si fermi almeno per un fine settimana, perché giusto ieri avevamo deciso di proporre per oggi il suo giro con @bikerold sui passi dolomitici, e in serata nel Forum è comparso questo nuovo giro in fuoristrada.
Ehi ragazzi, non riusciamo a starvi dietro! (ma continuate così)

Home Forum Sponda occidentale del Garda in off road

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  viperello 2 settimane, 3 giorni fa.

  • Autore
    Articoli
  • #8442

    albertopape
    Partecipante

    Il gruppo è ormai consolidato,Pape,Ciane,Fabio e Nunzio e l’itinerario è andare x sterrati e sentieri sulla sponda occidentale del Garda….l’avevamo provato l’estate scorsa con i bicilindrici e ci eravamo ripromessi di tornare con le “motorine”vista l’infinità di varianti possibili.

    L’appuntamento è all’imbarcadero di Torri del Benaco alle 8,30 per prendere una delle prime corse del traghetto che ci sbarcherà a Maderno sulla sponda Bresciana del Garda….mezz’ora di navigazione e siamo arrivati,la giornata è splendida, cielo terso e temperatura che ci invita immediatamente a toglierci le giacche.
    Direzione Nord sulla gardesana,strada facendo facciamo il pieno alle motorine,dopo una decina di km prendiamo la sp38 che ci condurrà a Tignale dove inizia lo sterrato verso Passo d’Ere….purtroppo da qui in avanti saremo dei fuorilegge,tutti questi percorsi sono interdetti ai veicoli a motore…quindi se deciderete di percorrerli mettete in preventivo una possibile multa.

    Lo sterrato si inerpica attraverso un fantastico faggeto lasciandoci,di tanto in tanto,scorgere un fantastico panorama sul Garda che spazia fino a Sirmione verso sud e facendoci ammirare per intero il Monte Baldo ancora coperto di neve verso est.
    Raggiunto il rifugio Cima Piemp ci fermiamo ad ammirare lo splendido panorama e facciamo due chiacchiere con i mtb x preziose info sui tracciati che andremo a scoprire.

    Il fondo è molto smosso dalle piogge e dalla neve dell’inverno passato,ma con le moto leggere è uno spasso,spesso ci sono scrosci d’acqua del disgelo….ci stiamo divertendo come bimbi!!
    Giunti al passo d’ere deviazione a destra verso Cima Rest siamo sempre dentro al bosco con,spesso,a lato degli strapiombi vertiginosi…attraversiamo anche delle basse gallerie scavate nella roccia…uno spettacolo di strada..
    Cima Rest è raggiungibile anche in strada asfaltata dalla val Vestino ed è caratteristica per le case con dei tetti spioventi di uno spesso strato di paglia…noi qui facciamo una sosta in un baretto..

    quello sullo sfondo è il Baldo

    Da Cima rest prendiamo il sentiero del Ponte franato….splendido tracciato che scende in un valico costeggiando il torrente e di tanto in tanto si fa pure guadare,per poi risalire a Costa dove pranzeremo al Genzianella,caratteristico locale gestito da simpatici ragazzi…piatto tipico lo spiedo purtroppo oggi non lo fanno perchè hanno ancora poco lavoro essendo fuori stagione.

    Ci danno delle preziose dritte x un percorso ad anello che ci ricondurrà verso passo d’ere,passando sul lago di Val Vestino dove lo vedremo dall’alto…anche questo tracciato sarà emozionante sia x i panorami sia per i profondi dirupi costeggiati…

    Tornati sulla strada che congiunge Costa al passo d’ere,la Beta di Fabio inizia a fumare…sosta obbligatoria x sistemare il tubo recupero olio che si è tranciato e sputa olio sulla testata…nemmeno mezz’ora e siamo sulle nostre tracce x tornare verso Maderno dove traghetteremo verso Torri del Benaco.

    Bellissimo giro in zone a noi poco conosciute,percorsi 140km in gran parte fuoristrada….

    • Questo argomento è stato modificato 4 settimane fa da  albertopape.
  • #8452

    Guru
    Partecipante

    Ma che bello, alcune delle strade che hai menzionate le ho fatte anch’io, prima con il dominator e poi con il G 650

  • #8453

    Bobpezzadoo
    Partecipante

    bello, bello, bello….. sono reduce da una endurata di quelle toste e nonostante sia ancora tutto rotto ho solo voglia di ritornarci.

    Grande Pape

    • #8455

      albertopape
      Partecipante

      Roby…potremmo fare uno scambio culturale,noi veniamo a testare il tuo territorio e poi vieni tu da noi!! 😁😁

  • #8485

    Dolfy
    Partecipante

    FaraBrutti,

    belli neanche a parlarne.

    Bel giro, di quelle zone ricordo una discesa fuori legge dal passo di Tremalzo alla Valle di TRemosine, finita in braccio alla Forestale.

    Quella volta ci perdonarono perchè il nostro andare era lento e rispettoso, stavano aspettando degli assatanati enduristi!

    Che regolarmente pagarono anche la nostra parte!!

    Lamps Pape

    Il Dolfy

    • Questa risposta è stata modificata 3 settimane, 4 giorni fa da  Dolfy.
    • #8566

      albertopape
      Partecipante

      Fuorilegge pure tu!!…

      La discesa dal Tremalzo mi manca… magari quest’estate noleggio una mtb elettrica e la provo😀

  • #8737

    viperello
    Partecipante

    Prima o poi m’aggrego Albè!!!! 😀

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti